SHARE
Juan Cuadrado
Juan Cuadrado - Fonte: Twitter @juventusfc

Juventus-Inter 1-0 tabellino –  Ecco cronaca, pagelle e tabellino del big match dello Stadium.

La Juventus si aggiudica il derby d’Italia grazie ad una rete di Cuadrado. Una partita molto combattuta nel primo tempo. Entrambe le squadre dopo una prima fase di studio cercano di affondare il colpo. Nella seconda frazione invece, la Juventus si chiude e si limita a gestire il risultato acquisito. A questo punto per gli ospiti diventa molto difficile, ed i cambi di Pioli non portano i risultati sperati.

La partita

Pioli sorprende Allegri con uno schieramento inedito. La difesa a tre spiazza i bianconeri che aspettano l’Inter nella prima fase del match. A lungo andare i bianconeri prendono le misure agli avversari e sfiorano il vantaggio con Dybala e Mandzukic. Gli ospiti però non stanno a guardare. I nerazzurri non soffrono le folate dei padroni di casa e quando si affacciano dalle parti di Buffon preoccupano i tifosi dello Stadium. Nel finale di primo tempo Handanovic si supera togliendo dall’incrocio dei pali una punizione di Pjanic. Pochi secondi più tardi però il portiere sloveno non può niente sul tiro perfetto di Cuadrado che porta in vantaggio la Juventus.

Partono forte i padroni di casa ad inizio ripresa, ma è ancora una volta Handanovic che nega il gol a Miralem Pjanic. Entrambi gli allenatori provano a cambiare qualcosa durante la seconda frazione di gioco. Pioli prova a ribaltare la partita, ma la Juventus sa come gestire il vantaggio. I padroni di casa non si fanno mai cogliere di sorpresa e cercano di tenere più lontano possibile il pallone dalla propria area. L’Inter fatica a proiettarsi in avanti e non sfrutta le poche occasioni a sua disposizione.

Juventus-Inter, il tabellino

Juventus (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner (80′ Dani Alves), Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Pjanic, Khedira; Cuadrado (71′ Marchisio), Dybala (85′ Rugani), Mandzukic; Higuain. All. Allegri

Inter (3-4-3): Handanovic; Murillo, Medel, Miranda, Murillo; Candreva (58′ Eder), Gagliardini, Brozovic (58′ Kondogbia), D’Ambrosio; Perisic, Icardi, Joao Mario (79′ Palacio). All. Pioli

Marcatori: 45′ Cuadrado (J)

Ammoniti: Candreva (I), Pjanic (J), Medel (I), Mandzukic (J), Cuadrado (J), Khedira (J), Chiellini (J), Handanovic (I)

Espulsi: Perisic (I)

Juventus-Inter, le pagelle

Juventus

Buffon 6: Tre parate nel primo tempo e poco altro. Serata abbastanza tranquilla per il numero uno bianconero che non si fa trovare impreparato.

Lichtsteiner 6: Nel primo tempo soffre le avanzate di Perisic. A lungo andare però prende le misure al croato e si limita a gestire. (dal 80′) Dani Alves s.v.

Bonucci 6: Ordinaria amministrazione per il centrale della nazionale. Insieme a Chiellini ingabbiano Icardi, che non crea mai seri pericoli.

Chiellini 6,5: Partita solida e senza sbavature per il difensore centrale. Sempre attento e sempre preciso nelle chiusure.

Alex Sandro 6,5: La spinta costante del brasiliano mette in costante difficoltà l’esterno avversario dalla sua parte. In fase difensiva è poco impegnato, ma nell’economia bianconera ha un ruolo fondamentale.

Pjanic 5,5: Un po’ sottotono rispetto alle ultime uscite. Il bosniaco prova in più occasioni a bucare Handanovic, ma lo sloveno non si fa superare.

Khedira 6: Solito mix di quantità e qualità a centrocampo. Il tedesco si vede poco durante il match, ma a centrocampo riveste un ruolo fondamentale.

Cuadrado 7: Semina più volte il panico nella difesa interista. I suoi dribbling ed i suoi cross mettono spesso in apprensione i difensori nerazzurri. La rete è la ciliegina sulla torta dell’ottima partita del colombiano. (dal 71′) Marchisio 6: Entra e gestisce. Il suo ingresso mette ordine in mezzo al campo e serve alla Juve per gestire il vantaggio.

Dybala 6,5: Nella nuova posizione tra le linee illumina il gioco bianconero. Nel primo tempo solo la traversa gli nega la gioia di una rete che sarebbe stata incredibile. (dal 85′) Rugani s.v

Mandzukic 6: Partita di sacrificio per il croato. Il numero 17 corre e lotta sulla fascia sinistra difendendo ed attaccando costantemente per tutto l’arco del match.

Higuain 6: L’argentino ci prova, ma non riesce a superare la difesa nerazzurra. Trova comunque il modo di rendersi utile aiutando e giocando per i compagni.

Inter

Handanovic 7: Il portiere sloveno salva più volte i suoi. Strepitose le parate su Pjanic tra primo e secondo tempo. Incolpevole sul gran tiro da fuori area di Cuadrado.

Miranda 6: Buona partita per il centrale brasiliano. Nessuna sbavatura e sempre attento su Higuain.

Medel 6: Solida partita del cileno che si rivela molto utile come centrale difensivo. Attento dietro e prezioso in fase di costruzione dell’azione.

Murillo 6: Il colombiano si rivela affidabile anche nella difesa a tre. Chiude bene gli spazi ed è sempre puntuale e preciso in marcatura.

Candreva 5: Penalizzato dalla nuova posizione e dai compiti in fase difensiva, l’ex Lazio fatica a proporsi in avanti come suo solito. (dal 58′) Eder 5,5: Non riesce ad influire e a rendersi utile.

Gagliardini 5,5: Soffre in mezzo ai giganti bianconeri e la buona volontà del giovane ex Atalanta non basta al centrocampo nerazzurro.

Brozovic 5: Partita impalpabile per il croato. Non riesce ad essere incisivo in fase di impostazione e nel mezzo al campo soffre il giro palla degli avversari. (dal 58) Kondogbia 5.5: Il francese entra per cercare di dare una scossa al centrocampo nerazzurro. Come i suoi compagni cerca di darsi da fare, ma quando c’è costruire l’azione va in difficoltà.

D’Ambrosio 5.5: Giornata difficile per l’ex Torino che deve fare i conti con Cuadrado. L’esterno colombiano lo mette spesso in difficoltà, ed in fase offensiva non offre granché.

Perisic 5: Nel primo tempo le azioni offensive dell’Inter passano tutte dai suoi piedi. Nel secondo tempo però il croato si spegne e sparisce piano piano fino a tornare protagonista per l’espulsione finale.

Joao Mario 6: Buona prestazione nel primo tempo. Il portoghese riceve il pallone tra le linee e cerca di innescare i compagni. Così come Perisic sparisce nei secondi 45 minuti e il reparto offensivo nerazzurro ne risente. (dal 79′) Palacio s.v.

Icardi 5: Manca la zampata della punta argentina. Il numero 9 dell’Inter non riesce a trovare lo spazio giusto e soffre la marcatura di Chiellini e Bonucci.

SHARE