SHARE
Paulo Dybala, Sassuolo-Juventus - Fonte: Juventus FC Twitter
Paulo Dybala, Sassuolo-Juventus - Fonte: Juventus FC Twitter

Juventus-Inter: le formazioni ufficiali del derby d’Italia

È la prova del nove per l’Inter di Stefano Pioli, e potrebbe essere l’ennesimo strappo in campionato dei campioni d’Italia. Allo Juventus Stadium va in scena il derby d’Italia. Juventus ed Inter, un girone dopo, si ritrovano in due situazioni completamente diverse. La Vecchia Signora nelle ultime giornate ha cambiato vestito, diventando più offensiva e più imprevedibile. Anche in casa Inter è tutto diverso: Pioli ha portato fiducia e risultati, ed ora i tifosi nerazzurri sognano in grande. Il tecnico sceglie Medel con Murillo e Miranda: cambio di modulo in vista?

Juventus-Inter le formazioni ufficiali

Juventus (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Pjanic, Khedira; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. All. Allegri

Inter (3-4-3): Handanovic; Medel, Miranda, Murillo; Candreva, Gagliardini, Brozovic, D’Ambrosio; Perisic, Joao Mario, Icardi. All. Pioli

Juventus-Inter, le parole degli allenatori

Allegri – “Domani c’è una partita bella da giocare, importante per entrambe. Sono due squadre che hanno organici per vincere il campionato. L’Inter è partita male ma nelle ultime partite hanno dimostrato tutto il suo potenziale. Domani sarà una partita all’altezza delle due squadre. Non ci saranno stravolgimenti nello schieramento. Farò le scelte in base alla condizione dei giocatori. Non è il sistema di gioco che deve migliorare, ma la Juventus, con entusiasmo e voglia di alzare l’asticella. La Juve deve acquisire maggior consapevolezza nei propri mezzi e la voglia di non conservare troppo. Pensavamo che bastava il minimo indispensabile per vincere, invece dobbiamo aumentare l’intensità e la qualità dei passaggi e nella fase difensiva”.

Pioli – “Scendiamo in campo per dare il massimo e cercare di vincere. L’Inter si gioca una partita che vale tre punti come tutte le altre ma sappiamo che può valere di più per quanto è sentita. Non a caso si chiama derby d’Italia. Noi ci siamo preparati bene. La gara contro la Juventus non è decisiva né per noi né per il campionato. Domenica sarà una bella prova per capire il gap tra le due squadre, abbiamo lavorato anche su questo e non solo. La Juve ha numeri importanti nei primi minuti. Sara’ fondamentale iniziare con forza e semplicità. Loro segnano di più nei primi 15, noi negli ultimi 15, ma la partita ne dura 90′”.

SHARE