SHARE
Fonte: Twitter @MinoRaiola

Raiola Sarri – Il re dei procuratori passa al contrattacco rispondendo ancora alle dichiarazioni di Sarri.

Mai banale e sempre efficace, il re dei procuratori Mino Raiola anche di fronte ai microfoni manifesta spesso il guizzo del grande campione. L’agente dei vari Pogba, Ibrahimovic e Mkhitaryan ha ingaggiato una sorta di duello a distanza con il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri. Andiamo però a ricostruire i fatti. Omar El Kaddouri, anch’egli assistito di Raiola ha lasciato la società partenopea per accasarsi all’Empoli in seguito allo scarso impiego da parte dello stesso tecnico del Napoli. La cosa non è evidentemente andata giù a Raiola che ha quindi sferrato il primo fendente nei giorni scorsi: “Finora sono stato zitto, ma Sarri non si è comportato da signore. Mi piacciono gli allenatori che parlano chiaro con i giocatori e lui non lo è mai stato. Gli diceva: ‘se rinnovi, giochi’, poi non l’ha messo in lista Champions ed il rapporto si era rotto. Se dici che è forte e poi non lo fai giocare… Siamo contenti di esserci liberati di Sarri.”

La risposta di Sarri

Il tecnico azzurro ha quindi risposto a modo suo ieri sera dopo Bologna-Napoli: “Raiola non attacca presidenti o direttore sportivi, ma un allenatore che ora non gli serve. Tra tre mesi, se dovesse servirgli, dirà che io sono il migliore allenatore del mondo“.

Raiola vs Sarri

La guerra mediatica tra i due contendenti si arricchisce però ben presto di un nuovo capitolo. A contrattaccare è proprio Mino Raiola come riportato da Gazzetta.it: “La replica di Sarri dice molto su come è lui. Io non sono una bandiera al vento. Non ho bisogno di elogiare lui per fare prendere un giocatore. Sarri sta dicendo che non valuta il calciatore ma dà più importanza al fatto se il procuratore gli piace o meno? Speriamo che al Napoli non sia lui a fare le scelte. Non si ricorda che in passato non ho mai avuto paura di esprimermi contro gente più potente di lui nel calcio”.

SHARE