SHARE
Donnarumma nel riscaldamento di Bologna-Milan FOTO: Twitter @acmilan
Donnarumma durante Bologna-Milan - FOTO: Twitter @acmilan

Si è giocato stasera Bologna-Milan, secondo dei due recuperi della 18/a giornata dopo Crotone-Juventus 0-2. Partita molto vibrante con un incredibile colpo di scena finale.

Al ‘Dall’Ara’ il calendario ha messo di fronte due squadre deluse: i rossoblu vengono dal fresco 7-1 al passivo subito sul loro stesso campo dal Napoli neanche cinque giorni fa; dall’altra parte gli uomini di Montella sono reduci da tre settimane con zero punti racimolati in classifica, e la vittoria manca dall’1-0 di San Siro dello scorso 8 gennaio sul Cagliari.

Rossoneri in affanno

L’inizio di partita è di marca Milan: i rossoneri sciupano una clamorosa occasione con Pasalic che sbaglia a porta vuota dopo una grande parata di Da Costa su Deulofeu. Il portiere brasiliano si supera al 10′ uscendo su Kucka in presa alta. Ma anche Donnarumma non sta a guardare: l’ex Primavera milanista Verdi gli scalda le mani al 15′, poi il portiere di Castellammare di Stabia sventa provvidenzialmente su Krejici lanciato in porta.

La gara del Milan comincia ad essere compromessa alla mezzora, quando Romagnoli chiede il cambio per un problema muscolare: nel frattempo Donnarumma compie un altro grande intervento su Verdi. Al 36′ gli ospiti restano in dieci uomini: Paletta si guadagna il secondo giallo in venti minuti stendendo Dzemaili dal limite. Prima dell’intervallo è ancora Krejici a provarci, mandando di pochissimo a lato di testa.

La svolta

La ripresa comincia con il Milan che pensa a coprirsi, dato che il Bologna aveva guadagnato man mano fiducia, diventata vera e propria convinzione dopo la superiorità numerica. Montella si cautela inserendo Gomez per Locatelli, ma entrambe le squadre quando possibile si riversano davanti. La gara però si incattivisce anche parecchio, e fioccano i gialli, due dei quali se li becca Kucka. Il Milan resta in nove dal 59′: Montella toglie Bacca per Poli, Donadoni risponde richiamando Gastaldello per Petkovic, inserendo quindi una punta in più.

In 5′ succede poi davvero di tutto: Donnarumma nega il gol al solito Krejici, Da Costa compie una paratona su Pasalic, poi Deulofeu colpisce la traversa direttamente da calcio d’angolo. Al 76′ è l’ex Destro a cercare di rendersi pericoloso, seguito poco dopo da Verdi. Il risultato però cambia in favore dei rossoneri all’89’, quando Pasalic insacca su assist di un irresistibile Deulofeu. Il Milan scavalca così in un solo colpo Torino e Fiorentina salendo al 7° posto ed interrompendo il proprio digiuno di risultati favorevoli. Bologna fermo a quota 27 in zona tranquillità, ma con l’aggravante di aver perso in casa in nove uomini.

BOLOGNA-MILAN 0-1 TABELLINO

BOLOGNA (4-3-3): Da Costa; Kraft, Gastaldello (62′ Petkovic), Maietta, M’Baye (77′ Torosidis); Dzemaili, Pulgar (80′ Viviani), Nagy; Verdi, Destro, Krejci.
A disp.: Sarr, Ravaglia, Helander, Oikonomou, Torodidis, Donsah, Rizzo, Taider, Viviani, Di Francesco, Petkovic, Sadiq
All: Donadoni

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Abate, Paletta, Romagnoli (31′ Zapata), Vangioni; Kucka, Locatelli (46′ Gomez), Pasalic; Suso, Bacca (62′ Poli), Deulofeu.
A disp.: Plizzari, Storari, Gomez, Zapata, Bertolacci, Honda, Mati Fernandez, Poli, Cutrone, Lapadula, Ocampos.
All: Montella.

MARCATORI: 89′ Pasalic
AMMONITI: Mbaye, Gastaldello, Verdi, Krafth, Dzemaili (B), Paletta x2, Kucka x2, Abate, Vangioni (M)

SHARE