SHARE
Omar El Kaddouri, Empoli - Fonte: Empoli Twitter
Omar El Kaddouri, Empoli - Fonte: Empoli Twitter

El Kaddouri Sarri Raiola – Il trequartista marocchino punge il tecnico del Napoli

Non si sono lasciati bene Omar El Kaddouri (passato all’Empoli durante la finestra invernale di mercato) e Maurizio Sarri. Il tecnico partenopeo, reo di aver concesso poco spazio al trequartista marocchino, è stato pubblicamente attaccato da Mino Raiola, agente del calciatore, che non ha lesinato critiche nei confronti dell’allenatore del Napoli: “Non c’è stato nessun giallo, non siamo riusciti a metterci d’accordo con il Napoli, il ragazzo stava andando in scadenza e l’Empoli ci ha convinto con un progetto interessante. Se El Kaddouri non ha giocato a Napoli c’è un solo colpevole ed è Sarri. Non è stato un signore nei suoi confronti. Noi siamo contenti di esserci liberati non del Napoli, ma di Sarri che non ha mai creduto nel ragazzo”.

DIBATTITO

Così l’agente sulle frequenze di radio Crc. E’ arrivata poi la risposta di Sarri: “A Raiola fa comodo criticare me perché non gli servo, mentre si tiene buoni presidenti e dirigenti”, seguita dalla controreplica del noto procuratore: “Ho attaccato gente molto più potente di lui“. Capitolo chiuso? Ovviamente no. A prendere la parola, stavolta, è stato proprio il calciatore che ai microfoni de Il Mattino ha svelato tutti i retroscena legati alla sua cessione e al rapporto non idilliaco con Sarri:

EL KADDOURI CONTRO SARRI

Con il mister ho sempre avuto un rapporto corretto, forse quest’anno un pochino meno. Credo che avrei potuto meritare più spazio e se poi avessi fatto male sarei stato in panchina. Ma invece non ho fatto una partita da titolare in campionato in un anno e mezzo e mi sembra pochissimo. La cosa che mi ha deluso di più è stato non essere inserito nella lista Champions League: ci tenevo molto perché l’anno scorso ho dato un contributo anche io per arrivarci. La scelta di avermi fatto fuori non l’ho presa bene. Litigi? Mai, perché ho sempre rispettato le sue scelte. Tuttavia sono legato anche a lui: quando sono tornato a Napoli ci siamo anche sentiti per telefono. Raiola ha un carattere diverso dal mio: è più caldo e dice sempre tutto quello che pensa. Per questo ha avuto questo screzio con Sarri, sono cose che capitano nel calcio. Il mio agente è una persona molto schietta e diretta. Con lui si può parlare di tutto fuori dal campo e per me è di grande aiuto”.

SHARE