Juventus, la nuova arma di Allegri: a Crotone brilla El General Rincon

Juventus, la nuova arma di Allegri: a Crotone brilla El General Rincon

Juve Rincon Allegri-Il centrocampista venezuelano uno dei migliori in campo a Crotone, Allegri ha un’alternativa in più per il 4-2-3-1

In una trasferta insidiosa come quella di ieri all’Ezio Scida, la Juventus ha trovato ottime risposte da alcune seconde linee. Uno su tutti: Tomas El General Rincon. Davanti alla difesa nell’ormai sdoganato 4-2-3-1 il capitano della nazionale vinotinta ha mostrato tutta l’intensità che è in grado di dare al gioco bianconero. E al momento giusto ha dimostrato anche di avere le qualità per realizzare un assist con tempi di gioco sontuosi per Gonzalo Higuain. Il tutto condito con precisione e lucidità tattica in una partita che avrebbe potuto rivelarsi un “falso amico”. La squadra messa in campo da Allegri si è ritrovata infatti di fronte un Crotone completamente chiuso nella sua metà campo, con una linea difensiva spesso formata da 8 giocatori.

El General non delude

Nella metà campo del Crotone più che una partita di calcio sembrava una guerra di trincea, e a salire in cattedra non poteva che essere El General. Le sue statistiche relative ai 90 minuti giocati in Calabria sono una sintesi perfetta del Rincon-calciatore. Non solo grinta e corsa, ma anche qualità ed intelligenza. Il 29enne venezuelano ha completato il 92% di passaggi, di cui ben l’87,2% nella metà campo avversaria. Lucidità in spazi stretti e ottime letture tattiche sono state la chiave della prestazione del numero 28 bianconero, che a fine partita ha rilasciato dichiarazioni d’amore per la Juve e il suo manifesto di vita:

Qui mi ha da subito impressionato la voglia di vincere. Siamo una squadra forte, con tanta qualità in rosa, con difensori che sono dei veri leoni. Lavoriamo di continuo, ogni giorno, per la vittoria. Per me è lo stesso: io mi impegno per trovare il mio spazio, sapevo fin dall’inizio che non sarebbe stato facile, ma sono pronto ogni volta che il Mister ha bisogno di me.

L’altro dato che è come manna per Massimiliano Allegri, è relativo ai recuperi. I palloni rubati da Tomas Rincon sono addirittura 10. Un giocatore così in sudamerica è chiamato “lavatrice”, una macchina che prende palloni sporchi e li “ripulisce”. In più il guerriero vinotinto ha giocato 90 possessi e vinto il 100% dei duelli aerei, pur non essendo un gigante in statura. La chiave rimane sempre l’intelligenza calcistica, fondamentale nel calcio moderno e nel campionato italiano. Per Allegri insomma solo buone notizie dal General, un’alternativa di tutto rispetto per i due centrocampisti davanti alla difesa.