Enzo Maresca dice basta: addio al calcio con una lettera sui social

Enzo Maresca dice basta: addio al calcio con una lettera sui social

Maresca addio Verona- Enzo Maresca lascia definitivamente il calcio giocato e lo annuncia con una lettera di ringraziamento su Instagram.

Enzo Maresca oggi celebra il suo 37esimo compleanno, e per farlo ha deciso di annunciare la fine della sua carriera calcistica. Con una lettera di commiato su Instagram ha messo il punto alla sua esperienza sportiva. Un viaggio che lo ha portato a girare l’Europa conla  valigia sempre pronta in mano ed il pallone tra i piedi. In America un personaggio di questo tipo viene chiamato Journey-man, un uomo sempre in partenza. Una carriera iniziata presto al Cagliari, dove ha assaporato le prime panchine in Serie B sotto la guida di un giovane Giampiero Ventura. Ma che fin da subito lo ha messo difronte ad un grande viaggio, portandolo al West Bromwich Albion in Inghilterra, dove il suo talento inizia a brillare.

Il Toro che è passato alla storia

Il richiamo di quel giovane talento italiano che fa scintille in Inghilterra è troppo forte e la Juventus è la più svelta di tutte ad accaparrarselo. Subito un balzo nel grande calcio per il giovane centrocampista campano che però è ancora un talento troppo grezzo per potersi imporre, anche se con la maglia bianconera segna il primo gol in Serie A. Un gol che grazie alla sua esultanza è entrato nella storia del calcio italiano: durante il derby della Mole infatti, con il risultato fermo sul 2-1 per i granata, Maresca incorna il pallone in rete e poi si lancia in una corsa a perdifiato mimando con le dita le corna di un Toro scatenando polemiche a non finire. Tutto il talento e l’esuberanza di un calciatore in un solo momento. Croci e delizie di Enzo Maresca.

Nella sua carriera poi ha vestito molte maglie differenti, vincendo anche diversi trofei. Ma il talento che prometteva di essere iscritto nel grande calcio è rimasto un po’ sospeso a metà. Oggi a 37 anni chiude il cerchio e disfa le valigie. Il Journey-man si ferma qui. Questa è la sua lettera d’addio su Instagram:

A 37 anni, dopo quasi 20 anni di calcio, ho deciso di smettere… sono stati anni vissuti con immensa passione, passione che mi ha portato a giocare in quattro paesi diversi, passione che mi ha dato la possibilità di conoscere culture e mondi opposti. Sono orgoglioso di tutte le maglie che ho indossato, dalla prima che fu quella del West Bromwich Albion nel lontano 1998, passando per quelle della Juventus, Bologna, Piacenza, Fiorentina, Siviglia, Olympiakos, Malaga, Sampdoria, Palermo, e per ultimo quella del Verona. Un immenso grazie a tutti questi club che mi hanno dato l’opportunità di crescere come giocatore, e come uomo. Club che mi hanno dato la possibilità di vincere tanto (Supercoppa italiana 2002, Scuedetto 2003, Europa League 2006, Europa League 2007, Supercoppa Europea 2007, Copa del Rey 2007, Supercoppa Spagnola 2007, Serie B 2014). Un grazie a tutti i compagni che mi hanno accompagnato in questa bellissima storia. Sono sereno. Perché sento il bisogno di iniziare una storia nuova. E sono felice. Perché ogni giorno posso abbracciare la mia famiglia. Unica fonte di energia. Da sempre e per sempre. GRAZIE CALCIO!!!”