SHARE
Fonte: Hellas 1903

Avellino-Verona Setti Toni – Grande spavento per il presidente del Verona, Maurizio Setti, e per Luca Toni, ex attaccante ed oggi dirigente dei gialloblu.

Doveva essere una tranquilla domenica di calcio, come tante altre nel corso della stagione. Il Verona capolista in Serie B in trasferta ad Avellino, gara valevole per la venticinquesima giornata di Serie B. A rovinare la classica atmosfera di festa che circonda le città prima di una partita è stato un increscioso episodio che ha avuto come vittime il presidente del Verona, Maurizio Setti, e Luca Toni ex attaccante ed oggi dirigente degli scaligeri.

Setti e Toni si trovavano in auto per raggiungere lo stadio Partenio-Lombardi, quando un gruppo di facinorosi ha bloccato il veicolo all’altezza della rotonda all’incrocio tra via Annarumma e via Capozzi, nelle immediate vicinanze dell’impianto. Il gruppo (non è chiaro se di tifosi dell’Avellino) ha danneggiato l’automobile ed insultato a più riprese i dirigenti gialloblu, i quali non hanno tuttavia riportato alcuna conseguenza fisica. Dopo l’accaduto Maurizio Setti si è recato in questura per sporgere denuncia, per poi fare ritorno in albergo con il resto della dirigenza, dove è rimasto senza seguire la partita allo stadio.

Il racconto di Luca Toni

IL COMUNICATO APPARSO SUL SITO UFFICIALE DEL VERONA

Attraverso un comunicato ufficiale apparso sul sito www.hellasverona.it, la società scaligera ha condannato con forza l’accaduto.

“L’Hellas Verona FC condanna con forza il gesto vile ed intimidatorio compiuto da ignoti che, durante il tragitto che separa l’albergo, dove alloggiava la squadra, dal ‘Partenio’ di Avellino, in seguito ad un vero è proprio agguato hanno accerchiato e danneggiato l’auto sulla quale viaggiavano il Presidente gialloblù, Maurizio Setti, il Direttore Operativo, Francesco Barresi, Luca Toni e un’ altra persona diretti allo stadio per assistere ad Avellino-Hellas Verona. Nonostante l’aggressione ed i danni alla vettura, solo grazie ai pronti riflessi del conducente sono conseguiti apparentemente limitati danni fisici per gli occupanti che verranno comunque valutati nella loro entità solo nelle prossime ore. Episodio deplorevole per quella che dovrebbe essere una giornata di sport ma che invece ha rischiato di trasformarsi in un dramma. L’Hellas Verona FC comunica inoltre che affiderà immediatamente al proprio legale ogni azione a tutela dei propri diritti nonché sporgendo formale denuncia querela avanti le autorità competenti affinché vengano avviate immediate indagini e conseguentemente presa ogni ferma decisione punitiva nei confronti dei responsabili”.