Kalinic risponde a Cannavaro e chiude definitivamente alla Cina

Kalinic risponde a Cannavaro e chiude definitivamente alla Cina

Kalinic Cannavaro Cina-  l’attaccante della Fiorentina risponde picche all’ex pallone d’oro

Ieri Fabio Cannavaro, allenatore del Tianjin Quanjian, ha dichiarato di avere come primo nome nella sua lista dei desideri Nikola Kalinic. Una volontà che non ha nemmeno nascosto il tecnico napoletano, che ha pure ammesso di essere stato ad un passo dall’acquisto dell’attaccante croato. E di essere disposto ad aspettare fino agli ultimi giorni del mercato cinese, che chiude il 28 febbraio, per veder approdare il bomber in Cina. Ma la risposta ulteriore di Kalinic non si è fatta attendere.

Niente Cina

Nikola Kalinic alla vigilia di Fiorentina-Udinese ha voluto spegnere questo fuoco di paglia appiccato da Fabio Cannavaro. Chiudendo con assoluta fermezza ad un suo possibile approdo in terra cinese: È stato un mese lungo e complicato, ma ho cercato di mantenere la concentrazione sul lavoro. Del resto, la scelta l’avevo fatta: Firenze e la Fiorentina“. Anche se la trattativa con i cinesi c’è stata eccome:

“Premetto che non so di preciso quanto fosse l’offerta. Ma i soldi non sono tutto nella vita. Sono arrivato nel calcio vero da appena un anno e mezzo e non volevo andarmene. Penso di avere ancora tanto da dare e da fare in Europa. Ho un’idea precisa in testa: affrontare i grandi campioni e giocare partite importanti”.

La sua scelta l’ha fatta ed è la Fiorentina. In quanto alla Viola, la clausola che è stata appiccicata a Kalinic è di 50 milioni di euro, ma il croato non si valuta così tanto, dimostrando grande umiltà e sincerità:Non valgo quei soldi e credo che nessuno li spenderà per me. In ogni caso non l’ho chiesta io: ne hanno discusso il club e il mio procuratore”. L’unica crepa che si sta formando nei pensieri di Kalinic è relativa ai progetti che la Fiorentina ha per il tecnico Paulo Sousa. Per il quale il croato stravede e che considera fautore dei propri successi e se dovesse partire..”Dovrei fare una riflessione in più. La sua presenza è molto importante. In ogni caso ho due anni di contratto”.

Fabio Cannavaro avverte la Serie A: per Kalinic non è finita