Liverpool-Tottenham 2-0: basta Mane per stendere gli Spurs. E Conte esulta

Liverpool-Tottenham 2-0: basta Mane per stendere gli Spurs. E Conte esulta

Liverpool-Tottenham tabellino – Due reti di Mané stendono gli Spurs e rialzano i Reds

Suona la sveglia per il Liverpool. Dopo cinque giornate senza vittoria, i Reds si svegliano e ritrovano i tre punti. Il merito va ad uno straripante Mané, che nel primo tempo ci mette quindici minuti a stendere il Tottenham. Alla squadra di Pochettino oggi è mancata la solita verve. A fare la differenza è stato soprattutto l’approccio mentale alla partita. I padroni di casa, determinati ed aggressivi, non hanno lasciato tempo e spazio agli avversari, incapaci di trovare soluzioni alternative e di reagire di fronte allo strapotere che hanno dimostrato quest’oggi i ragazzi di Jurgen Klopp.

La partita

Il Liverpool non ha paura delle grandi. E per capirlo sono stati necessari venti minuti del primo tempo. I Reds partono aggressivi e non concedono un solo centimetro agli avversari. Il Tottenham di Pochettino fatica a costruire come a solito le sue trame di gioco. L’aggressività dei padroni di casa non dà respiro ai giocatori avversari. Gli Spurs soffrono e crollano. Mané, appena tornato dalla Coppa d’Africa, sale in cattedra dopo appena quindici minuti, e con una doppietta mette subito in chiaro le cose. L’esterno senegalese, approfittando del crollo mentale degli ospiti, potrebbe farne altri due nel giro di pochi secondi, ma sulla sua strada trova Hugo Lloris. Con il passare dei minuti il Liverpool abbassa la pressione, ma ad Anfield oggi non c’è il solito Tottenham. I londinesi  sono lenti e macchinosi nella costruzione dell’azione e in avanti manca la solita inventiva di Alli, Eriksen e Kane. Per i padroni di casa, quindi, è un gioco da ragazzi controllare il match e andare negli spogliatoio sul due a zero.

Ad inizio ripresa il Liverpool entra in campo con la stessa intensità che ad inizio partita aveva fatto la differenza. La pressione dei padroni di casa però dura poco. Razionalità e prudenza prendono il sopravvento e i Reds abbassano il ritmo concedendo il possesso palla agli avversari. Il Tottenham deve fare la partita, ma le qualità dei ragazzi di Pochettino oggi sembrano svanite. Scorre il cronometro e per gli ospiti diventa sempre più difficile. Klopp sceglie di non rischiare e cerca di coprirsi con i cambi in vista del forcing finale degli avversari. Il forcing, però, non arriva: gli Spurs non hanno la forza per schiacciare i padroni di casa e tentare una disperata rimonta. I Reds vincono e convincono dopo alcuni passi falsi nelle ultime giornate. Da rivedere invece la squadra di Pochettino, irriconoscibile quest’oggi.

Tabellino Liverpool-Tottenham

Liverpool-Tottenham 2-0 (primo tempo 2-0)

Liverpool (4-3-3): Mignolet; Milner, Leiva (82′ Klavan), Matip, Clyne; Wijnaldum, Henderson, Lallana; Coutinho (77′ Can), Firmino, Mané (90’+2 Arnold). All: Klopp

Tottenham (4-2-3-1): Lloris; Walker, Dier, Alderweireld, Davies; Wanyama, Dembele (77′ Sissoko); Eriksen (68′ Winks), Alli, Son (82′ Janssen); Kane. All: Pochettino

Arbitro: Anthony Taylor

Marcatori: 16′, 18′ Mané

Ammoniti: Son (T), Lallana (L), Matip (L), Kane (T), Milner (L), Winks (T), Dier (T), Alderweireld (T)

Espulsi: 

Note: recuperi 1’+4′