SHARE
Suso con la casacca del Milan, Serie A
Suso con la casacca del Milan, Serie A

Lazio Milan tabellino pagelle – i rossoneri martoriati dalle assenze riescono a restare in partita contro una Lazio bella e inconcludente e pareggiano nel finale.

Il Monday Night della serie A va in scena all’Olimpico ed è la sfida tra Lazio e Milan. Due squadre che nel corso della stagione hanno sorpreso per le buone prestazioni effettuate e che sono valse grandi elogi per i due allenatori. Simone Inzaghi è una delle note più liete del calcio italiano, un allenatore destinato alla serie B che invece si è rivelato capace di dare grande continuità alla Lazio. Vincenzo Montella invece è arrivato con delle discrete aspettative che ha poi brillantemente superato. Due filosofie di gioco differenti, ma ugualmente efficaci e votate verso un bel gioco.

La Lazio supera Donnarumma solo su rigore

Durante il riscaldamento pre-partita Marchetti si fa male ad un ginocchio ed è costretto a dare forfait, a difendere la porta della Lazio al suo posto ci pensa il secondo portiere Strakosha. Al 10° minuto subito pericolosi i padroni di casa con un gran tiro di di Biglia che viene però prontamente respinto da Donnarumma. Il portierone del Milan è richiamato in causa al 19° dopo una grande azione individuale di Keita, che però calcia debolmente in porta. Un occasione di proporzioni bibliche si presenta ancora alla Lazio al 27°, dove sugli sviluppo di un calcio d’angolo Hoedt calcia a botta sicura da distanza ravvicinata trovando ancora un monumentale Donnarumma.

Dopo la prima mezz’ora di gioco Simone Inzaghi rivede l’incubo Chievo Verona, occasione nella quale i biancocelesti hanno creato tantissime occasioni senza mai concludere a rete, perdendo poi la partita. Nell’ultima azione del primo tempo Felipe Anderson trova Immobile che con il controllo  salta i difensori rossoneri e poi anticipa Donnarumma che lo travolge con la complicità di Gustavo Gomez. Calcio di rigore e trasformazione di potenza di Biglia. Il capitano biancoceleste porta così in vantaggio i padroni di casa che entrano negli spogliatoi sul risultato di 1-0.  Il centrocampo del Milan è stato dominato abbondantemente da quello laziale, un predominio che ha permesso ai biancocelesti di controllare in lungo e in largo il primo tempo.

Lazio sprecona e Suso non perdona

Il secondo tempo riparte sulla falsa riga del primo, con ritmi elevati e biancocelesti più pericolosi. Montella prova allora a prendere delle contromisure cambiando un Locatelli stanco per il principito Sosa e inserendo Lapadula per Ocampos. Esperimento falso nueve fallito, il Milan torna a giocare con una punta vera e prova a cercare il pareggio. La Lazio non concretizza le tante occasioni avute e il Milan prende coraggio. Grandi proteste per un rigore non dato su Abate, situazione comunque molto difficile da interpretare che è sfumata in un nulla di fatto.

Nel finale di partita sono sempre i padroni di casa ad essere più pericolosi, ma sprecano grandi occasioni. La dura legge del gol allora non si fa attendere e all’85° il Milan trova il pareggio con una bella conclusione di Suso, l’uomo a cui i rossoneri si affidano maggiormente. Una Lazio sprecona viene punita da un Milan che quest’anno non muore mai. Un pareggio di grande carattere che vale quasi come una vittoria. Ancora una prestazione di grande orgoglio per gli uomini di Montella.

Lazio-Milan Tabellino pagelle

Formazioni e Voti

Lazio (4-3-3): Strakosha 6, Basta 5, De Vrj 6, Hoedt 6, Radu 5.5 (87° Patric s.v.) , Parolo 6.5 , Biglia 6.5, Milinkovic-Savic 6, Felipe Anderson 6, Immobile 5.5 , Keita Balde 6.5 (65° Lulic 5.5) all. Simone Inzaghi 6

Milan (4-3-3): Donnarumma 7, Vangioni 6, Zapata 6, Gomez 5.5, Abate 6.5 , Poli 5 (77° Mati Fernandez 6), Locatelli 5 (53° Jose Sosa 6), Pasalic 6, Ocampos 5.5 (63° Lapadula 5.5), Deulofeu 5.5, Suso 7 all. Vincenzo Montella 6.5

Ammoniti: Vangioni (24°), Radu (62°), Mati Fernandez (81°), Milinkovic-Savic (89°)

Espulsi:

Marcatori: Biglia (r) (46°), Suso (85°)