SHARE
Pepe Reina
Pepe Reina - FOTO: sito ufficiale Napoli

Reina Real Madrid-Napoli – Il portiere azzurro carica la truppa di Sarri prima della super sfida del Bernabeu.

Ormai ci siamo. Le ore passano e la febbre sale sempre di più in Campania e non solo. Mancano circa 48 ore al fischio d’inizio di Real Madrid-Napoli, la sfida con la ‘s’ maiuscola per i tifosi partenopei, in febbricitante attesa sin dal momento del sorteggio che ha abbinato la truppa di Maurizio Sarri ai campionissimi di Zidane e Ronaldo. Il primo round si consumerà nell’affascinante cornice del Santiago Bernabeu mercoledì sera con gli uomini di Sarri reduci da uno splendido periodo di forma, al contrario di un Madrid acciaccato e tutto da verificare. Real Madrid-Napoli sarà una gara speciale anche per gli spagnoli azzurri, Pepe Reina, Josè Callejon e Raul Albiol. In particolare il portierone partenopeo ha già affrontato più volte in carriera i blancos uscendo anche trionfatore dal fortino del Bernabeu per 1-0 del 2009 quando indossava la casacca del Liverpool. Ancora meglio gli andò ad Anfield dove il Real fu letteralmente asfaltato con un netto 4-0.

Real Madrid-Napoli la carica di Reina

Proprio Pepe Reina è intervenuto oggi ai microfoni di ‘Radio Marca’, parlando della super sfida di mercoledì e regalando ovviamente la sua carica alla truppa azzurra.

“L’unica maniera di passare il turno è quella di avere coraggio, dobbiamo andare al Bernabeu senza paura. La presenza di Maradona allo stadio ci motiva, speriamo di non deluderlo. È da tanto che aspettano questa sfida, sarà durissima, ma ci crediamo”.

Ramos, il Real e Higuain

Reina ha poi parlato anche ai microfoni di Onda Cero ovviamente di Real Madrid-Napoli, sfoderando anche una simpatica battuta su Sergio Ramos.

“Lui segna al 93′ perchè ha una grinta tale che non molla mai fino alla fine. Certo, se lo sostituiscono all’85’ siamo tutti più tranquilli. Al Bernabeu non mi è mai andata male. Una volta, però, un tifoso mi aggredì durante un Real-Barcellona del 2001, fu un episodio isolato. Magari quel signore aveva avuto una brutta giornata e si sfogò contro di me”.

Reina conclude infine sul Pipita Higuain: “È un grande campione, vinceva le partite da solo, ma con la sua cessione abbiamo potuto completare la squadra e adesso siamo più competitivi”.