Federico Chiesa: il sogno nel cassetto e il sostegno di papà Enrico

Federico Chiesa: il sogno nel cassetto e il sostegno di papà Enrico

Chiesa Fiorentina – Il giovane esterno di Paulo Sousa ha dichiarato amore alla Viola.

Figlio d’arte, giovane e soprattutto talentuoso: Federico Chiesa ha conquistato Firenze e non solo mettendo in mostra una crescita da urlo che gli ha permesso prestissimo di bruciare le tappe e finire in cima alle gerarchie del tecnico Paulo Sousa. L’allenatore viola non può infatti fare più a meno del classe 1997 cresciuto nelle giovanili della società toscana e pronto a ripercorrere le orme di papà Enrico. Ottimo lo score di Chiesa raccolto fin qui in stagione: il 19enne nato a Genova dopo una prima fase di assestamento al calcio dei grandi si è imposto a suon di prestazioni mettendo insieme 23 presenze, 4 gol e 3 assist tra coppe e campionato.

La sua Fiorentina

Intervistato ai microfoni di ‘Sky Sport’, Federico Chiesa ha ripercorso i momenti del rinnovo, avvenuto lo scorso agosto dopo una buona preparazione estiva: “Ero molto teso perché il giorno dopo avremmo dovuto affrontare la Juventus ma, allo stesso tempo, anche felicissimo di restare in viola per almeno altri quattro anni”.

Chiesa ha quindi dichiarato amore alla ‘sua’ Fiorentina:

“Sono un figlio della Fiorentina e questa maglia è come una seconda pelle per me. Sarebbe bello se un giorno riuscissi ad indossare la fascia di capitano, per me sarebbe un vero onore”.

Il figlio d’arte

Infine Chiesa ha messo in evidenza il sostegno del padre:

“Finora mi ha sempre sostenuto ed incoraggiato nei momenti più difficili, soprattutto quando nelle giovanili restavo spesso in panchina: mi ha sempre detto di continuare a fare del mio meglio perché avrei avuto anch’io le mie opportunità ed alla fine tutti i sacrifici sono stati ripagati. Vorrei togliermi molte soddisfazioni come ha fatto lui in passato”.