SHARE
kristiansund
Foto di gruppo della squadra norvegese Kristiansund

KRISTIANSUND CROWDFUNDING ACQUISTO- L’acquisto di un difensore può essere fondamentale per essere competitivi ed il club chiama a raccolta l’intera comunità.

Quando si dice “manovra lacrime e sangue”, versione calcistica. Se per uno stato il contributo di solidarietà da parte della popolazione può servire a rimpinguare le casse del Paese, quando si para di squadre di calcio gli obiettivi possono essere diversi ma in ogni caso mirati a portare in altro la “bandiera”. Il caso è quello della squadra norvegese del Kristiansund, compagine costituitasi nel 2003 ed approdata quest’anno nella prima serie del Paese. Una cavalcata trionfale è stata costantemente accompagnata dai 3mila dello stadio cittadino, che non hanno mai lasciato la squadra da sola sia in casa che in trasferta. Ovviamente, la Eliteserien è di un livello ben differente rispetto al campionato inferiore e per affrontarla al meglio la società ha deciso di investire pesantemente sul mercato. Primo obiettivo: rinforzare la difesa. Il giocatore individuato dal direttore sportivo è Nikita Baranov, nazionale estone di 24 che milita nel Flora Tallinn. Il giocatore è ben disposto a trasferirsi in Norvegia, ma per il suo trasferimento permane un piccolo dettaglio.

Adunata generale

Il problema è che tra acquisto del cartellino e stipendio del calciatore l’ammontare è di 500mila corone, a fronte delle sole 300mila a disposizione del club neopromosso. Acquisto saltato? Nessuna paura. Il club ha sfruttato ad un sito di crowdfounding supportato dallo sponsor cittadino per chiamare a raccolta non solo i tifosi ma l’intera comunità, per poter prendere parte ad una mega-colletta in grado di coprire le spese dell’acquisto di Baranov. L’iniziativa ha riscosso da subito successo, con la cifra che è stata raggiunta in pochi giorni grazie ad una foltissima affluenza. La nuova stagione è partita dunque con il piede giusto per la squadra del tecnico Michelsen, che ha pronunciato parole di stima per la società e di ottimismo per il futuro del club. La prima di campionato sarà contro il Molde, club storico allenato da una vecchia conoscenza della Premier e del calcio internazionale: Ole Gunnar Solskiaer. Buona fortuna!

SHARE