Home Europa League Roma-Villarreal, formazioni ufficiali: spazio a Totti

Roma-Villarreal, formazioni ufficiali: spazio a Totti

Francesco Totti
Roma-Cesena, Francesco Totti (Foto: Twitter - As Roma)

Roma-Villarreal: le formazioni ufficiali della sfida di Europa League

Dopo la straripante vittoria in Spagna, all’Olimpico match di ritorno tra Roma-Villarreal, sedicesimi di Europa League. La squadra di Spalletti, grazie al netto 4-0 all’Estadio de la Cerámica, ha il passaggio ormai assicurato, salvo clamorosi ribaltoni. In vista del match contro l’Inter domenica sera, spazio al turn-over. In campo dal primo minuto i vari Vermaelen, Jesus, Rui, tutti i giocatori che hanno avuto fin’ora poco spazio. Riposo anche per bomber Edin Dzeko, mattatore della sfida d’andata con una tripletta. Spazio in campo dal primo minuto a Francesco Totti.

Le formazioni ufficiali di Roma-Villarreal

Roma (3-4-2-1): Alisson; Manolas, Vermaelen, Juan Jesus; Peres, De Rossi, Paredes, Mario Rui; Totti, Perotti, El Shaarawy. All.: Luciano Spalletti.

Villarreal (4-4-2): (da confermare) Asenjo; Gaspar, Ruiz, Musacchio, Josè Angel; Castillejo, Bruno Soriano, Manu Trigueiros, Dos Santos; Bakambu, Sansone. All.:Fran Escribà

Le impressioni alla vigilia

Spalletti – “Voglio che i giocatori pressino e scendano in campo per vincere, non per lo 0-0. Se così non fosse sarei deluso da me stesso ma anche un po’ da loro. Queste settimane sono abbastanza particolari, con tante partite importanti e questa cosa può creare qualche problema. Ma i risultati fanno la differenza, la Juve ha le carte in regola per passare questo periodo indolore. Sul resto (cioè Bonucci-Allegri, ndr) non ho elementi per parlare. La storia del calcio è piena di ribaltoni clamorosi, penso a Milan-Deportivo, col Milan che aveva vinto 4-1 e poi ha perso 4-0 in Spagna. Noi domani non gestiremo nulla, anche perché dalla nostra testa non uscirà mai il pensiero di rivivere serate importanti come quella di una settimana fa.

Escribà – “È evidente che il passaggio del turno è quasi impossibile. Prima di tutto dobbiamo pensare a vincere la partita. Poi se le cose dovessero mettersi bene è chiaro che proveremo anche a riaprire il discorso qualificazione. Sarebbe importante segnare prima dell’intervallo ma non deve essere un’ossessione, l’ossessione deve essere vincere e giocare bene

Previous articleWayne Shaw e gli effetti dell’improvvisa popolarità: “Mi hanno chiesto di posare nudo”
Next articleFormula 1, Hamilton si gode la nuova Mercedes e attacca nuovamente Rosberg
Nato nel 92' in quel di San Felice a Cancello (CE), cresciuto con il mito di Ronaldo Luìs Nazàrio de Lima. Aspirante giornalista sportivo studio Scienze della Comunicazione all'Università di Salerno. Citazione preferita :" Nella vita non esiste il pareggio"