SHARE
Gregoire Defrel, Sassuolo - FOTO: Twitter @SassuoloUS

Defrel razzismo – Confessione shock per l’attaccante del Sassuolo che denuncia il problema del razzismo.

Calcio e razzismo: due parole che purtroppo spesso vanno di pari passo. L’ultima denuncia è quella di Gregoire Defrel, attaccante in forza al Sassuolo che con coraggio, intervistato da ‘La Repubblica‘ tocca l’annoso tema del razzismo, troppo spesso presente sui campi di calcio. Il bomber francese di Di Francesco non commenta nessun episodio nello specifico ma denuncia alcuni cori ‘poco carini’ nei suoi confronti.

Defrel, un calcio al razzismo

L’ex Cesena ha quindi commentato così: “Nessun episodio sul campo. I tifosi avversari ogni tanto mi fanno il verso della scimmia. Ma io non ci bado, non meritano la minima attenzione”.

Defrel ha quindi proseguito rivelando le sue precedenti abitudini alimentari, poco affini alla vita da atleta: “Ero abituato a mangiare di tutto dopo gli allenamenti, nessuno mi aveva insegnato l’importanza dell’alimentazione per un calciatore. Un giorno, a Cesena, Bisoli, che aveva capito tutto, mi chiese: ‘Defrel, cosa mangi di solito?’. E io: ‘Tortelli, pollo al curry, salse’. Lo spogliatoio scoppiò a ridere. Da allora, pasta in bianco e bresaola”.

SHARE