SHARE

Benevento Bari cronaca – I galletti espugnano il Vigorito

Trionfo del Bari a Benevento. La compagine pugliese si è imposta in trasferta con un’incredibile quattro a tre. Un successo preziosissimo che lancia i galletti al quinto posto della classifica di serie B. Quaranta punti per i pugliesi, quarantasei per gli stregoni (secondi) che perdono così l’occasione di piazzarsi da soli al comando. Tanti errori da una parte e dall’altra, sette gol totali e prima sconfitta casalinga per la squadra di Baroni che prima del match di stasera aveva incassato appena quattro gol tra le mura amiche. Un verdetto che fa notizia visto che il Benevento non perdeva in casa dal 23 novembre del 2014, contro il Lecce.

PRIMO TEMPO  L’impatto del Bari è dirompente. L’approccio di grandissima personalità rende merito ai pugliesi, già pericolosi dopo sette minuti con una conclusione insidiosa di Floro Flores, respinta prontamente da Cragno. Ritmi altissimi, sono gli ospiti a fare la partita e a sfondare ripetutamente sul versante mancino grazie alle incursioni puntuali di Morleo e alla verve del solito Brienza. Dominano i galletti e passa a sorpresa il Benevento; il pallone avvelenato di Ciciretti trova la testa di Lopez, puntuale sul secondo palo. Il capitano firma il vantaggio al tredicesimo ma un minuto dopo Galano, su splendido assist di un indemoniato Floro Flores, supera Cragno e timbra il pari.

Il pallino del gioco resta nelle mani (e nei piedi) della squadra di Colantuono che al 23’ trova il gol del primo vantaggio; solita prateria a sinistra, Brienza trova campo e serve (manco a dirlo) Floro Flores, letale nel tap in vincente. I padroni di casa accusano il colpo ed è ancora Floro Flores, di gran lunga il migliore in campo, a seminare il panico nell’area avversaria e a procurarsi il rigore trasformato con chirurgica precisione da Salzano. Uno a tre ma la partita dà la netta sensazione di poter regalare ancora tantissime emozioni. Al 40’ i padroni di casa protestano per la mancata assegnazione di un rigore (dubbio) ma due minuti dopo Cisse, con un gran colpo di testa su cross pennellato di Ceravolo, riapre la contesa. Cinque gol e tutti negli spogliatoi dopo quarantacinque minuti esaltanti e divertenti.

SECONDO TEMPO  Pronti via ed è subito tre a tre: Falco affonda sulla destra e mette al centro per la zampata da centravanti puro dell’ottimo Ceravolo. Esplode il Vigorito ma la gioia dura appena cinque minuti; al 54’ il traversone profondo di Morleo coglie impreparata la retroguardia giallorossa e Galano è il più lesto di tutti nel raccogliere la sfera: conclusione secca e Cragno è battuto per la quarta volta. Fioccano i gialli, pesanti quelli di Ciciretti e Chibsah, entrambi diffidati e dunque costretti a saltare il prossimo match con il Novara. Un’ora di gioco e prima fase di stanca, Colantuono richiama Galano e inserisce il difensore Suagher per proteggere il vantaggio acquisito. Al 63’ ci prova Ciciretti ma il suo sinistro a giro è respinto da Micai. Il portiere del Bari si supera al 75′ sulla bella punizione di Falco, destinata in fondo al sacco. Gli stregoni non  si arrendono ed è solo la traversa a frenare il sinistro potentissimo del solito Falco. All’85’  l’arbitro Pinzani allontana il tecnico Baroni per proteste reiterate. Non succede più nulla, il Bari firma l’impresa e si rilancia nella corsa alla serie A.

 

 BENEVENTO-BARI 3-4 

 

BENEVENTO (4-2-3-1) – Cragno; Venuti (15’st Gyamfi), Camporese, Pezzi, Lopez; Chibsah (34’st Melara) Viola; Falco, Ciciretti, Cissé; Ceravolo All.: Baroni

BARI (4-3-3) – Micai; Sabelli, Capradossi, Tonucci, Morleo; Macek (12’st Greco) Basha, Salzano; Brienza, Floro Flores (34’st Maniero) Galano (21’st Suagher). All.: Colantuono

Arbitro: Pinzani di Empoli

Reti: 12’pt Lopez (Be), 14’pt, 9’st Galano (Ba), 23’pt Floro Flores (Ba), 39’ Salzano [R] (Ba), 42’ Cisse (Be), 4’st Ceravolo (Be)

Note: Ammoniti Sabelli, Tonucci, Ciciretti, Chibsah, Salzano

SHARE