SHARE
Zeman - Fonte: Twitter @PescaraCalcio
Fonte: Twitter @PescaraCalcio

Zeman-Juventus – Alla vigilia di Chievo-Pescara, Zdenek Zeman non ha risparmiato qualche frecciatina al suo predecessore Massimo Oddo e agli storici rivali della Juventus.

Sono tutti felici quando Zdenek Zeman fa ritorno in Italia per allenare un club di Serie A. I tifosi, perchè nel bene e nel male il boemo è garnzia di spettacolo, ma anche i media, perchè le sue dichiarazioni raramente scadono nel banale. Alla vigilia di Chievo-Pescara Zeman ha tenuto fede al personaggio, rifilando qua e là stoccate più o meno dure a colleghi e rivali. In primis Massimo Oddo, suo predecessore che ha lasciato in lacrime il club di cui è tifoso.

Faccio un calcio diverso da quello di prima. Ho bisogno di gente aggressiva, più di movimento. Questa squadra con Oddo ha giocato bene, però sempre sotto ritmo. Spero che fisicamente riusciremo a migliorare per fare un calcio più vivace, con meno possesso palla e più verticalizzazioni. Fare questo cambiamento non è semplice dal punto di vista psicologico.

Il suo ritorno a Pescara è stato roboante, con il 5-0 al Genoa che è costato la panchina a Juric ed i primi tre punti conquistati dagli abruzzesi sul campo in questa Serie A 2016/2017. Spesso e volentieri però, le avventure di Zeman in panchina sono finite nel peggiore dei modi. Così il boemo ha detto la sua anche sul chiacchieratissimo esonero di Claudio Ranieri.

Certo è stato premiato come miglior allenatore poco tempo fa ma oggi classifica e prestazioni del club inglese sono diverse. Il Leicester non vincerà più un titolo in Inghilterra. L’esonero ci sta nel calcio e del resto io sono qui anche per questo. Oddo ha fatto benissimo per portare il Pescara in A ma quando non si vince dopo si è sempre a rischio.

Juventus chiodo fisso

Quello tra Zeman e la Juventus è senza alcun dubbio uno dei rapporti più tesi nella storia del calcio. Il tecnico boemo non ha mai nascosto il proprio disprezzo per la compagine bianconera e in più di un’occasione ha sollevato polveroni e polemizzato apertamente con il club torinese. Col passare degli anni il suo ardore è andato scemando, ma ogni volta che ne ha l’occasione Zeman non risparmia frecciatine a quello che è a tutti gli effetti il suo chiodo fisso. In conferenza stampa il mister del Pescara ha espresso senza giri di parole il proprio parere sulla questione Bonucci-Allegri.

Penso che ognuno fa le sue scelte. Barzagli non è l’ultimo arrivato ed era a disposizione, se fosse stato rotto, avrebbe giocato Bonucci.


SHARE