SHARE
Raikkonen test Barcellona - Fonte: Twitter @F1
Fonte: Twitter @F1

F1 test Barcellona 2017 – Nel day 2 dei test di Formula 1 a Barcellona la Ferrari si conferma molto competitiva. Dopo Vettel anche Raikkonen impressiona al volante della rossa di Maranello.

Diceva Agatha Christie: “Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova”. In attesa del terzo – ma anche del quarto – indizio, in casa Ferrari comincia a crescere l’ottimismo in vista della stagione 2017, come dimostrano le parole di Sergio Marchionne in mattinata. Dopo l’ottima prestazione di Sebastian Vettel nel day 1 infatti, anche il secondo giorno di test a Barcellona si è chiuso con una rossa a far discutere per velocità e consistenza. Nonostante un attacco febbrile ne abbia minato la condizione fisica, Kimi Raikkonen ha fatto addirittura meglio del compagno di squadra, chiudendo il day 2 in vetta alla classifica.

UNA FERRARI DA PAURA

Che le nuove specifiche tecniche avrebbero prodotto sensibili miglioramenti in termini di velocità lo aveva già confermato la prima giornata di test, ma il tempo fatto segnare dal finlandese è quantomeno significativo: 1.20.960 con gomme soft. Alle spalle di Iceman si è piazzato Lewis Hamilton, che con gomme supersoft si è fermato a soli 23 millesimi dal leader di giornata. Proprio come nel day 1 è bene sottolineare che tutti i riferimenti vanno presi con le molle, ma resta l’evidenza di una Ferrari per due giorni consecutivi davanti alla Mercedes e a sfavore di mescola. Terza piazza per l’attesissimo Max Verstappen, meno sfortunato in termini di affidabilità rispetto a Ricciardo e staccato di oltre un secondo da Raikkonen.

La top 10 è chiusa dal maratoneta di giornata Kevin Magnussen, autore di ben 108 giri con la Haas, da Ocon (Force India), Kvyat (Toro Rosso), Bottas (Mercedes), Palmer (Renault), Giovinazzi (Sauber) e Vandoorne, che conferma le difficoltà in casa McLaren. L’ultima posizione è occupata dal debuttante Stroll, che con la sua Williams è riuscito a percorrere appena 12 tornate. Come ieri la Mercedes ha compiuto più giri di ogni altra scuderia grazie al lavoro sdoppiato su entrambi i piloti: 66 passaggi per Hamilton, ben 102 nel solo pomeriggio per Valtteri Bottas. Il leader di giornata Raikkonen ha percorso 108 giri nonostante la febbre, mentre Verstappen a differenza di Ricciardo ha potuto girare di più, chiudendo a quota 89.

F1 test Barcellona day 2 - Fonte: Twitter @autosprintLIVE
Fonte: Twitter @autosprintLIVE


SHARE