SHARE
fonte foto: profilo twitter juventus

Juventus Napoli Coppa Italia – Gli azzurri passano in vantaggio nel primo tempo con Callejon, poi nella ripresa i bianconeri rimontano con la doppietta di Dybala e la rete di Higuain.

Terza sconfitta nelle ultime quattro gare per il Napoli. Gli azzurri cadono allo Juventus Stadium dopo essere andato in vantaggio nella prima frazione di gioco con Callejon. La mossa di Allegri di inserire ad inizio ripresa Cuadrado passando così dal 3-5-2 al 4-2-3-1 esalta le qualità dei propri giocatori e in pochi minuti i bianconeri pareggiano i conti con Dybala. In cinque minuti, poi, la Juventus si porta sul 3-1 con le reti di Higuain e del solito talento argentino che spiazza per la seconda volta Reina dagli undici metri. Il 5 aprile il ritorno al San Paolo.

Juventus-Napoli 3-1, il tabellino della gara:

Juventus (3-4-3): Neto; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (46′ Cuadrado), Pjanic, Khedira, Asamoah (72′ Alex Sandro); Dybala (84′ Pjaca), Higuain, Mandzukic. A disp: Buffon, Audero, Rugani, Dani Alves, Lemina, Mandragora, Rincon. All.: Massimiliano Allegri

Napoli (4-3-3): Reina; Maggio, Albiol, Koulibaly, Strinic; Rog (83′ Pavoletti), Diawara, Hamsik (57′ Zielinski); Callejon, Milik (61′ Mertens), Insigne. A disp: Rafael, Sepe, Chiriches, Maksimovic, Milanese, Ghoulam, Jorginho, Giaccherini. All.: Maurizio Sarri.

Arbitro: Paolo Valeri (Roma)

Reti: 36′ Callejon (N), 47′ rig., 69′ rig. Dybala (J), 64′ Higuain (J)

Ammoniti: Asamoah, Lichtsteiner (J) Diawara, Milik, Rog, Maggio, Reina (N)

JUVENTUS

Neto 6 – sul gol non può nulla. E’ attento sulle poche conclusioni degli attaccanti azzurri.

Lichtsteiner 6 – si fa ammonire per un fallaccio su Diawara, lo svizzero viene sostituito nell’intervallo da Allegri per Cuadrado 7 – è l’arma vincente di Allegri. Veloce e lucido nelle giocate, si procura il secondo calcio di rigore.

Barzagli 6 – qualche errore in fase di impostazione per l’esperto difensore toscano. Non pimpante come al solito.

Bonucci 6 – prova ad impostare nella prima frazione di gioco, ma il gioco della Juventus ormai si è evoluto. Controlla Milik quando può.

Chiellini  6,5 – non corre alcun rischio, sulle palle alte è imperioso. Comanda sempre lui.

Asamoah 6 – colpevole sul gol di Callejon per una mancata diagonale sull’esterno spagnolo, migliora col passare dei minuti facendosi vedere anche in zona offensiva. (72′ Alex Sandro 6 – gestisce la palla e prova a supportare sulla sua fascia il croato Mandzukic)

Pjanic 6 – non è la serata del bosniaco. La difesa a tre non esalta le proprie qualità, poi si sveglia nella ripresa.

Khedira 6 – male nel primo tempo così come Pjanic, poi con l’entrata di Cuadrado prova ad inserirsi anche in area di rigore.

Dybala 7,5 – una doppietta su calcio di rigore, il talento bianconero è freddo dagli undici metri e la vittoria porta principalmente la sua firma. (84′ Pjaca sv)

Higuain 6,5 – ancora in gol contro la sua ex squadra. L’argentino approfitta di un’uscita avventata di Pepe Reina e firma il momentaneo 2-1.

Mandzukic 6,5 – ormai è un giocatore completo. Aiuta e rincorre l’avversario in fase di non possesso, mostra la sua forza fisica in attacco. Un vero guerriero.

NAPOLI

Reina 5 colpevole sul secondo gol del Napoli, provoca il calcio di rigore su Cuadrado.

Maggio 6,5 – partita accorta e di spinta per il terzino azzurro. Cala col passare dei minuti

Albiol 6 – dalle sue parti soffre poco. Sempre accorto e pulito negli interventi.

Koulibaly 5,5 – procura il primo calcio di rigore per un fallo su Dybala. Impreciso nelle uscite.

Strinic 6 – buon primo tempo per il croato, che soffre solo nella ripresa con l’entrata in campo di Cuadrado.

Diawara 6 – l’età non è un limite. Ancora una volta il giovane regista degli azzurri è autore di una partita sufficiente con pochi errori.

Rog 6,5 – lotta e corre in mezzo al campo. E’ uno dei migliori in campo tra le fila del Napoli.  (83′ Pavoletti sv – mal servito dai suoi compagni di squadra. Lotta su ogni pallone senza incidere)

Hamsik 6 – senza infamia e senza lode. Il capitano azzurro viene sostituito nella ripresa da Sarri per far entrare il polacco Zielinski.  (57′ Zielinski 5,5 – entra nel momento topico della partita. In ombra)

Insigne 6 – non tenta mai la giocata, ma quando ci prova s’inventa l’assist per il momentaneo vantaggio di Callejon.

Milik 6 – è bravo a far salire la squadra con sponde di alto livello. La triangolazione di tacco con il talento di Frattamaggiore è da manuale del calcio. (61′ Mertens 5,5 – guardato a vista dai centrali bianconeri, il folletto belga non è mai pericoloso)

Callejon 6,5 – è ancora lui a segnare allo Juventus Stadium. Dopo il gol in campionato, ecco quello in Coppa Italia. Quando vede bianconero, lo spagnolo si sveglia.

 

SHARE