SHARE
Lazio-Roma, Tim Cup Coppa Italia - Fonte: Roma Twitter
Lazio-Roma, Tim Cup Coppa Italia - Fonte: Roma Twitter

Lazio Roma Coppa Italia – Derby infuocato all’Olimpico, Spalletti punta sulla stato di grazia di Nainggolan.

Tutto pronto all’Olimpico di Roma per la gara di andata delle semifinali di Coppa Italia 2016/17. Lazio-Roma si preannuncia come una stracittadina, al solito, dal valore assoluto: i bianconcelesti vogliono dimenticare gli errori commessi in campionati contro i cugini giallorossi e Inzaghi ha tutto l’interesse per puntare al trofeo da sempre tanto caro a Lotito. Dall’altra parte, Spalletti vuole una Roma cattiva come quella vista a San Siro nel posticipo della 26/a giornata di Serie A. Nono derby di Roma di Coppa Italia con la Lazio padrone di casa: ad ora, sono tre le vittorie per i biancocelesti, quattro per la Roma e un solo pareggio.

Formazioni ufficiali Lazio-Roma:

Lazio (3-5-2): Strakosha; Bastos, de Vrij, Wallace; Basta, Parolo, Biglia, Milinkovic, Lukaku; Felipe Anderson, Immobile. All. Inzaghi.

Roma (3-4-2-1): Alisson; Manolas, Fazio, Rudiger; Bruno Peres, Paredes, Strootman, Emerson; Salah, Nainggolan; Dzeko. All. Spalletti.

Lazio-Roma, le sensazioni della vigilia:

Inzaghi – “Dovremo fare la nostra partita, ma anche ragionando sui 180 minuti”. Il derby di campionato non andò bene: “Quella partita ci ha insegnato tanto: abbiamo giocato 50-60 minuti meglio della Roma, poi dei gravi errori individuali ci sono costati la partita. Se penso alla mia prima partita con 10mila spettatori, nel derby di andata erano 40mila quindi vuol dire che un passo avanti è stato fatto. Ma sentiamo comunque i tifosi vicini a noi: cercheremo di fare una grande partita anche per loro”.

Spalletti – “Noi abbiamo altri obiettivi importanti, oltre a questo derby, per loro magari è diverso, puntano tutto su questo, vediamo come la gestiranno. E vediamo come la gestiremo noi: non so come ci arriveremo, ma so come possiamo uscirne. Perché sono certo di una cosa: la Roma è forte e matura. Conta solo questo derby, forse più equilibrato rispetto a quello di dicembre, e se c’è da “raspare” qualcosa in più rispetto al solito lo faremo. Loro sono stati costruiti per fare bene come stanno facendo. L’unico dubbio poteva essere l’allenatore, ma ha dimostrato di non essere rincalzo di nessuno. Queste tre partite in una settimana non tolgono nulla, ma danno tanto, ci siamo dentro fino al collo, magari a livello fisico potremo fare qualche cambiamento ma la squadra si farà trovare pronta qualsiasi scelta io farò”.

Stefano Mastini