SHARE
Manchester City-Liverpool
Manchester City-Liverpool - Fonte: Twitter @LFC

Manchester City-Liverpool finisce in parità. Un risultato che non soddisfa nessuno, se non Josè Mourinho che si avvicina alla zona Champions.

Sotto la forte pioggia di Manchester va in scena il big match di giornata. Il City di Guardiola, uscito anzitempo dalla Champions League, vuole salvarsi la faccia evitando ulteriori brutte figure. Il match contro il Liverpool è un bivio della stagione dei Citizens. Gli ospiti, seppur con una partita in più, sono ad un punto dai padroni di casa in campionato. Perdere significherebbe scendere al quarto posto in classifica, ed avere l’incombente ombra del Manchester United alle spalle. Il City è imbattuto in Premier da 8 giornate, mentre il Liverpool si è recentemente ripreso da un periodo buio che aveva affossato la squadra di Klopp. Entrambe le squadre puntano alla vittoria per dare continuità ai propri risultati e per tenere distante la corazzata di Josè Mourinho. L’ex allenatore del Borussia Dortmund e Guardiola vanno sul sicuro e si affidano ai giocatori con maggior esperienza e di maggior spessore, evitando pericolosi esperimenti.

Manchester City-Liverpool: il match

Dopo una prima fase di studio, il Manchester City, spinto dal proprio pubblico e voglioso di tornare alla vittoria dopo la sconfitta infrasettimanale a Monaco, prova subito a mettere in chiaro le cose. I padroni di casa spingono forte sfruttando soprattutto la velocità ed il dribbling di Sterling e Sané. Il Liverpool resiste agli assalti dei padroni di casa, ma non riesce a ripartire. A metà della prima frazione però, insieme alla pioggia, sparisce dal campo anche la squadra di Guardiola. Gli ospiti prendono il controllo del match e costringono i padroni di casa ad abbassare il baricentro. Caballero salava in più occasioni i Citizens, che non sfruttano una clamorosa palla gol a pochi minuti dal duplice fischio.

La seconda frazione inizia nel peggior modo possibile per i Citizens: Clichy interviene ingenuamente in area di rigore e regala al Liverpool la punizione dagli undici metri. Milner realizza dal dischetto spiazzando Caballero e costringendo gli avversari a scoprirsi per cercare la rete del pareggio. Puntuale arriva la risposta dei padroni di casa che si proiettano in avanti. Alla squadra di Guardiola sembra mancare il guizzo finale nella trequarti avversaria, ma, a metà secondo tempo, il solito Aguero ristabilisce la parità raccogliendo un cross di De Bruyne. Il City non ha intenzione di fermarsi, e negli ultimi minuti mostra la parte migliore del lavoro di Guardiola. La partita si infiamma e piovono occasioni da rete da entrambe le parti: il Liverpool ringrazia il palo, mentre poco più tardi sono i Citizens a dover ringraziare Lallana per la clamorosa occasione fallita in contropiede.

Manchester City-Liverpool 1-1: Il tabellino

Manchester City (4-1-4-1): Caballero; Fernandinho, Stones, Otamendi, Clichy; Yaya Toure (65′ Sagna); Sane (83′ Fernando), De Bruyne, Silva, Sterling; Aguero. All. Guardiola

Liverpool (4-3-3): Mignolet; Clyne, Matip, Klavan, Milner; Can, Wijnaldum, Lallana; Mane, Coutinho (73′ Origi), Firmino (89′ Lucas Leiva). All. Klopp

Marcatori: 51′ Milner (L), 69′ Aguero (M)

Ammoniti: Firmino (L), Yaya Toure (M), Matip (L), Clichy (M), Silva (M), Mane (L)