SHARE
Andrea Bertolacci, Milan - Fonte: Milan Twitter
Andrea Bertolacci, Milan - Fonte: Milan Twitter

Milan Bertolacci – L’interno rossonero, costretto ad uscire dopo appena 60”, potrebbe aver chiuso la propria stagione 2016/17.

Voli e cadute, o ricadute se così possiamo aggiungere. Se per la prima parte si potrebbero levare sorrisi d’entusiasmo in quel di Milanello, è riguardo la seconda che la truppa rossonera non può però dirsi contenta del tutto dopo la vittoria di ieri sera contro il Genoa. A tenere banco in casa Milan sono infatti le condizioni atletiche di Andrea Bertolacci, costretto ad uscire dopo un solo minuto dal fischio di inizio del match del saturday night a causa di un risentimento muscolare al quadricipite femorale della coscia destra.

L’ex di turno, trasferitosi a Milano dalla Roma nell’estate 2015 a fronte di un investimento altisonante (circa 20 milioni di €) non è ancora riuscito a trovare il giusto feeling con la casacca rossonera, complici anche i numerosi stop per infortunio che ne hanno delegittimato la crescita: ben 6 stop per problemi muscolari che gli hanno impedito di scendere in campo per ben 24 volte in due stagioni.

Bertolacci: problemi no-stop

Mentre la rete ride sul cambio immediato di ieri sera “Più veloce di un porno”, a destare preoccupazione negli ambienti rossoneri sarebbe appunto la cronicità dei risentimenti del centrocampista ex Genoa, in particolar modo relativamente alla gamba destra che ne aveva pregiudicato l’inserimento negli schemi di Montella già ad inizio stagione e che adesso potrebbe ripetersi nuovamente. Lo stop di fine estate scorsa tenne il giocatore fuori dal campo per oltre tre mesi, qualora si dovesse riconfigurare la medesima situazione allora si dovrebbe parlare di stagione finita per il ragazzo classe 1991 originario della Capitale.

Stefano Mastini