SHARE
Fifa, Lamptey radiato - Fonte: FIFA.com
Fifa, Lamptey radiato - Fonte: FIFA.com

FIFA Arbitro radiato – Sentenza terremoto della Federazione Internazionale: Lamptey squalificato a vita, a breve la decisione sulla possibilità di rigiocare Sudafrica-Senegal.

Sentenza spietata quella presa dalla FIFA quest’oggi relativamente al caso di Joseph Odartei Lamptey. L’arbitro ghanese era accusato di aver manipolato l’esito finale del match di qualificazione ai Mondiali di Russia 2018 Sudafrica-Senegal del 12 novembre scorso, terminato con il punteggio di 2-1 per i padroni di casa.

La “giacchetta nera” era stato messo sotto indagine dai comparti federali per aver concesso, al 43′ del primo tempo, un rigore inesistente per un tocco di mano in area senegalese da parte di Koulibaly. Nel referto inviato alla Federazione, gli organi di giustizia hanno potuto constatare come il tocco da parte del difensore del Napoli fosse avvenuto con il ginocchio e non con il braccio, come invece era stato ravvisato e sanzionato.

FIFA, la dura decisione

“Il Comitato disciplinare della FIFA ha deciso di squalifica a vita il giudice di gara ghanese Joseph Odartei Lamptey. L’arbitro è stato ritenuto colpevole di aver commesso l’infrazione dell’articolo 69, comma 1 (ingiustificata influenza sull’esito della gara) del codice disciplinare FIFA nel corso della gara Sudafrica-Senegal, valevole per le qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018“. Cosi è riportato sul sito ufficiale dell’ente federale mondiale.

La FIFA adesso tornerà a sentenziare relativamente alla possibilità che il match possa ricelebrarsi, annullando in tutto e per tutto il risultato dell’incontro dello scorso inizio novembre. Non solo, con questa decisione la stessa Federazione, come apposto anche nella nota presente sul sito ufficiale: “Continua nella sua politica di tolleranza zero contro chi altera i risultati degli incontri del circuito Federale”. Lamptey intanto ha annunciato il ricorso alla corte d’appello e, qualora non dovesse bastare, sarebbe pronto per chiedere numi al Tribunale arbitrale dello sport di Losanna.

Stefano Mastini