Juventus-Barcellona, le pagelle: Dybala da urlo, Neymar senza freni…

Dario Marotta
11/04/2017

Juventus-Barcellona, le pagelle: Dybala da urlo, Neymar senza freni…

Juventus-Barcellona Pagelle. Tre gol al Barcellona nella notte dei sogni dipinta di bianconero. Un successo straordinario per la qualità della prestazione e per lo spessore dell’avversario, letteralmente demolito dalla doppietta di Dybala e dal gol di Chiellini. Un passivo netto e inequivocabile che lancia la squadra di Massimiliano Allegri verso la semifinale, in attesa del verdetto della gara di ritorno in Spagna. Ha brillato la Joya argentina che ha vinto nettamente il duello personale con Leo Messi.

Juventus Barcellona 3-0: le pagelle dei protagonisti.

Barcellona

Stegen 5.5: Dybala lo sorprende sul suo palo in occasione del secondo gol. Non può nulla sulle altre reti.

Mathieu 4: Preso nella morsa di Cuadrado e Dybala. Esce frastornato alla fine del primo tempo. Dal 1’st Gomes 5: Si conferma oggetto misterioso. Contributo nullo.

Umtiti 5: Lascia a Dybala tempo e spazio per calciare in assoluta tranquillità Morbidone.

Piqué 6: Tiene bene Higuaìn e di questi tempi non è poco.

Sergi Roberto 4.5: Sovrastato da Madzukic in un duello che lo vede perdente in partenza. Soffre e riparte di rado.

Iniesta 5: Sul suo piede il pallone del pareggio ma conferma una volta di più di non vedere la porta. Poco ispirato e asfissiato la grande ritmo imposto dalla mediana bianconera.

Rakitic 4.5: Si fa notare all’ingresso e all’uscita del campo ma solo per la capigliatura bionda.

Mascherano 4.5: Schermo piatto. Dilettantesca la marcatura sul colpo di testa vincente di Chiellini.

Neymar 4: Un paio di serpentine e qualche tuffo nel vuoto.

Suarez 4.5: Spreca il pallone del tre a uno a pochi passi dalla porta. Prima e dopo, mai pericoloso.

Messi 5: Dal suo piede nascono le uniche due occasioni per il Barcellona. Gira a vuoto per larghi tratti, braccato da Chiellini e Bonucci.

Luis Enrique 4: Riconferma Mathieu dopo i disastri di Malaga per poi escluderlo al termine del primo tempo. Perde nettamente il duello con Allegri.

Juventus

Buffon 7.5: Salva d’istinto e d’esperienza su Iniesta, ci mette la manona sulla conclusione ravvicinata di Suarez. Eterno.

Dani Alves 7: Voglia di rivalsa, Allegri lo lancia dall’inizio e lui non tradisce: annulla Neymar e si propone con costanza.

Bonucci 7.5: Padrone dell’area di rigore, alterna sapientemente sciabola e fioretto.

Chiellini 7: E’ un gol pesante, forse decisivo. Controlla con la solita autorevolezza, leggermente in affanno nei disimpegni.

Alex Sandro 7: Spinge, difende, attacca: un doppio lavoro svolto con dedizione e applicazione.

Khedira 6.5: In scioltezza, forse anche troppo. Dà il solito contributo di sostanza al centrocampo e sfiora il gol con un’incursione delle sue.

Pjanic 7: Regista di lotta e di governo. Calci e calcioni distribuiti a seconda delle esigenze del momento. Illuminato. Dal 44’st Barzagli sv.

Cuadrado 7: Propizia il primo gol di Dybala con una bella incursione sull’out destro. Diligente più del solito nella doppia fase di gioco. Dal 28’ st Lemina 6: Si cala subito nella battaglia e non delude

Mandzukic 8: E’ un gigante cattivo, un minuto attaccante e l’altro terzino. Assist e diagonali difensive in una notte da autentico gladiatore.

Dybala 9: La serata della consacrazione europea? Probabilmente sì: due gol di pregevole fattura e giocate d’alta scuola. Mostra tutto il repertorio e incanta la platea. Dal 36’st Rincon s.v.

Higuaìn 6: Non è la sua serata migliore. Manca l’appuntamento con il gol sia nel primo che nel secondo tempo, guadagnandosi i rimbrotti di Mandzukic, ignorato a pochi passi dalla linea di porta. E’ atteso al ritorno.

Allegri 8: Vincere e convincere. Una rivincita arrivata al momento opportuno.