Inter-Milan 2-2: Zapata eroe rossonero, incredibile finale a San Siro

Inter-Milan 2-2: Zapata eroe rossonero, incredibile finale a San Siro

Inter-Milan derby Milano – Finisce in parità il primo derby di Milano tutto cinese. A San Siro i nerazzurri si portano sul doppio vantaggio grazie a Candreva e al primo goal nel derby di Icardi, ma viene ripreso dalla coppia di centrali difensivi del Milan nel finale di partita. Romagnoli la riapre a 10′ dalla fine, Zapata all’ultimo respiro emula il Perisic della gara di andata e fa 2-2. In classifica il Milan resta 6° a +2 sull’Inter, ma il pari offre a Lazio e Atalanta la possibilità di allungare nella corsa all’accesso diretto all’Europa League.

Inter-Milan: ancora Candreva, prima gioia per Icardi

Nella storica giornata che vede per la prima volta le due squadre di Milano affrontarsi alle 12.30 e in tribuna proprietari dagli occhi a mandorla, non mancano le novità dal punto di vista delle formazioni iniziali. Dopo i 2 k.o consecutivi Pioli rilancia dal primo minuto Nagatomo e Joao Mario, con Banega inizialmente in panchina. Nel Milan non c’è lo squalificato Pasalic, sostituito da Mati Fernandez. Bastano poco più di 90 secondi per vivere la prima grande emozione del derby, con Deulofeu e Bacca a sprecare una ghiotta doppia chance dopo una palla sanguinosa persa da Gagliardini. La risposta dell’Inter arriva cinque minuti dopo con la conclusione al volo alta di Icardi, servito da Joao Mario dopo una pregevole giocata sulla corsia di sinistra. Il pallino del gioco è in mano al Milan, mentre l’Inter opta maggiormente per la palla lunga in cerca delle sponde di Icardi e delle folate degli esterni. Fino alla mezz’ora le occasioni migliori capitano ai rossoneri, fermati da Handanovic e dal palo colpito da Deulofeu con un tiro cross, ma la beffa è dietro l’angolo. Su un lancio lungo apparentemente innocuo, Candreva beffa De Sciglio dopo il primo rimbalzo e fa secco Donnarumma con un tiro al volo da pochi passi. E’ l’episodio che cambia l’inerzia della partita, perchè dona sicurezza all’Inter e taglia le gambe ad un Milan volenteroso ma poco efficace. I rossoneri provano a riorganizzarsi ma ad un minuto dall’intervallo arriva il colpo del k.o: ripartenza interista guidata dalla combinazione tra Perisic e Icardi che porta il croato a servire il più comodo dei tap in al suo capitano, al primo gol in carriera contro il Milan.

Finale incredibile

Nella ripresa il Milan si getta in avanti in cerca della rete che riaprirebbe il match, ma le occasioni migliori nei primi minuti le ha l’Inter, che spreca due volte in contropiede con Perisic. Dopo una decina di minuti la calda giornata milanese comincia a sortire il proprio effetto sulle squadre in campo, che si allungano favorendo lo spettacolo e le giocate in campo aperto: l’occasione più grande per il Milan arriva con un destro da fuori di Deulofeu ben disinnescato da Handanovic. Montella prova a mischiare le carte inserendo Locatelli e Lapadula per Kucka e Sosa, mentre Pioli dopo aver sostituito lo stanco Perisic con Eder, passa alla difesa a tre con l’ingresso di Murillo per Joao Mario. Il Milan preme ma senza sfondare, costringendo Montella alla sostituzione estrema: Ocampos per Calabria e tutto per tutto in cerca di un sussulto che puntuale arriva: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Suso mette in mezzo un pallone che Romagnoli con una zampata trasforma nel punto del 2-1. Gli ultimi minuti seguono il copione del finale di partita nella gara di andata, ma a parti invertite: assedio milanista all’area nerazzurra e clamoroso pareggio all’ultimo respiro con Zapata, che sulla spizzata di Bacca dopo un cross di Suso si allunga in spaccata e coglie un pareggio tanto insperato quanto meritato: inutili le proteste interiste, Orsato indica l’orologio e si affida alla senteza dell’aiuto tecnologico. Finisce 2-2 come all’andata, un risultato che fa gioire soprattutto Simone Inzaghi e Gian Piero Gasperini.

Inter-Milan 2-2 (primo tempo 2-0)

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’ambrosio, Medel, Miranda, Nagatomo; Gagliardini, Kondogbia; Candreva (91′ Biabiany), Joao Mario (80′ Murillo), Perisic (67′ Eder); Icardi.
A disp.: Carrizo, Andreolli, Sainsbury, Ansaldi, Santon, Brozovic, Banega, Palacio, Gabigol.
All.: Pioli

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria (81′ Ocampos), Zapata, Romagnoli, De Sciglio; Mati Fernandez, Sosa (74′ Lapadula), Kucka (57′ Locatelli); Suso, Bacca, Deulofeu.
A disp.: Storari, Plizzari, Paletta, Gomez, Vangioni, Antonelli, Poli, Honda.
All.: Montella

Arbitro: Daniele Orsato

Marcatori: 36′ Candreva (I), 44′ Icardi (I), 83′ Romagnoli (M), 97′ Zapata (M)
Ammoniti: 34′ Kucka (M), 37′ Candreva (I), (87′ Handanovic), 93′ Gagliardini (I), 95′ Locatelli (M)
Espulsi:
Angoli: 2-8
Note: recuperi 1’+ 5′