SHARE
empoli martusciello salvezza
L'Empoli si stringe attorno a Martusciello - Fonte Twitter @EmpoliCalcio

Dalla Toscana alla Calabria, due realtà di provincia stanno fremendo per il finale del campionato di Serie A: solamente una fra Crotone ed Empoli riuscirà a salvarsi, e le due squadre sono separate da cinque punti. Un gap grande ma non incolmabile, con gli Squali che, avvertito l’odore del sangue degli avversari, hanno dato il via ad una pazza rimonta.

Focus sulla lotta salvezza, perché Empoli e Crotone hanno staccato Palermo e Pescara

Merito soprattutto di Diego Falcinelli, capace di racimolare qualche scampolo di partita con la maglia del Sassuolo, trasformatosi in matador con la maglia rossoblu. Arrivato in doppia cifra, è lui il simbolo della rimonta del Crotone che, nonostante la vittoria dell’Empoli contro il Milan, non ha perso terreno battendo la Sampdoria.

Sul campo della continuità

Vicini in classifica anche se geograficamente distanti, Crotone ed Empoli hanno un leit motiv comune: al contrario di Palermo e Pescara non hanno mai cambiato allenatore, dando fiducia ai loro condottieri anche quando la luce in fondo al tunnel pareva lontana. Gli azzurri dopo un buon avvio di stagione si sono impantanati in pieno inverno, principale motivazione della possibile rimonta dei calabresi. Questi ultimi hanno invece avuto un avvio di campionato che ha rasentato il disastroso, riprendendosi alla distanza. Martusciello e Nicola tuttavia, nonostante molto spesso abbiamo sentito traballare pericolosamente la panchina, sono rimasti saldamente in sella.

Diversa la situazione di Palermo e Pescara, che hanno cercare di scuotere l’ambiente cambiando – come da abitudine a più riprese se parliamo dei rosanero – guida tecnica. Invertendo l’ordine il risultato non cambia, con il Delfino aritmeticamente in Serie B ed i siciliani pronti a seguirli già dalla prossima domenica nel caso in cui il verdetto del campo non dovesse essere positivo.

Così vicini, così lontani

Il Crotone ad inizio stagione non era ben visto: nell’era in cui si parla di diminuire il numero di squadre nella massima serie per aumentarne la competitività i rossoblu erano visti come l’ennesima conferma di questa teoria, uno sparring partner destinato alla retrocessione. Una squadra che rispetto all’ottima Serie B della passata stagione ha perso alcuni giocatori in prestito e ne ha acquistati altri con la stessa formula, perdendo quello che era ritenuto il demiurgo dei successi in cadetteria, quell’Ivan Juric che si è insediato nella sua Genova, sponda Grifone, con fortune alterne.

Stesso discorso per l’Empoli, che rispetto alla tranquilla salvezza con Giampaolo, migrato anche lui a Genova nella metà blucerchiata, hanno perso due giocatori chiave come Zielinski e Tonelli, salutando anche il fantasista Saponara nella sessione invernale. Due realtà che in agosto erano ritenute pericolanti e che invece hanno dimostrato di essere capaci di giocarsi la permanenza in Serie A a testa alta.

La terza (in)comoda

Da non sottovalutare la posizione del Genoa, che a sua volta non ha beneficiato del cambio di guida tecnica, con Juric prima allontanato e poi richiamato: il Grifone, nonostante una rosa nettamente al di sopra degli avversari per valori tecnici, ha un solo punto di vantaggio sull’Empoli e sei sul Crotone. Una situazione tutt’altro che tranquilla, con i genoani chiamati ad una vittoria a Marassi contro il Chievo per scacciare i fantasmi della lotta salvezza.

Il Grifo ha virtualmente un punto di vantaggio sulle concorrenti in virtù degli scontri diretti, avendo vinto a domicilio contro entrambe per poi pareggiare a Marassi: una situazione che, almeno per il momento, permette di dormire sonni relativamente tranquilli. Discorso diverso per l’Empoli, che ha virtualmente quattro punti di vantaggio sul Crotone e non i cinque che dice la classifica: nonostante i toscani abbiano vinto per 2-1 al Castellani, hanno poi subito quattro reti in Calabria.

Il calendario della lotta salvezza

34/a giornata

Crotone-Milan
Empoli-Sassuolo
Genoa-Chievo

35/a giornata

Pescara-Crotone
Empoli-Bologna
Genoa-Inter

36/a giornata

Crotone-Udinese
Cagliari-Empoli
Palermo-Genoa

37/a giornata

Juventus-Crotone
Empoli-Atalanta
Genoa-Torino

38/a giornata

Crotone-Lazio
Palermo-Empoli
Roma-Genoa

SHARE