SHARE
Manchetser City-Manchester United
Manchetser City-Manchester United (Foto: Twitter - @PremierLeague)

MANCHESTER CITY MANCHESTER UNITED TABELLINO – Si chiude all’Etihad Stadium la 34/a giornata di Premier League con un sentitissimo Manchester City-Manchester United. Il derby delle grandi deluse di questo campionato mette di fronte due degli allenatori più famosi e vincenti del pianeta. Da una parte il padrone di casa, Pep Guardiola, che chiuderà per la prima volta in carriera una stagione senza trofei. Nell’altro angolo spicca invece Josè Mourinho che punta al bottino pieno per scavalcare proprio i cugini in classifica mentre si crogiola dall’alto dei suoi due titoli già messi in bacheca oltre alla semifinale di Europa League tutta da giocare. All’Old Trafford trionfarono gli uomini in maglia azzurra per 2-1. Manchester City-Manchester United termina 0-0.

Manchester City-Manchester United: segno X e tanto equilibrio

Per il terzo round stagionale dopo l’andata di campionato e il match di coppa, Guardiola propone un 4-2-3-1 senza soluzioni cervellotiche con Aguero terminale offensivo supportato da De Bruyne, Sterling e Sanè. Dall’altra parte Mourinho deve fare i conti con le tante assenze e si affida ad un 4-3-3 mascherato con Mkhitaryan nell’insolita posizione di falso nueve, aiutato da Martial e Rashford. L’avvio di match è estremamente equilibrato con una lunga fase di studio che vede le due compagini poco propense a commettere errori. Risulta infatti complicato ai palleggiatori del City trovare spazi nell’attenta e compatta retroguardia dello United, mai sorpresa nel mezzo e spesso aiutata in corsia dagli esterni d’attacco. Aguero su assist di De Bruyne porta il primo pericolo alla porta di De Gea sfiorando il palo prima della risposta di metà frazione firmata da Mkhitaryan, murato a Bravo battuto. La difesa solida dei Red Devils costringe quindi il City ad optare per soluzione alternative con Yaya Toure che spesso e volentieri prende per mano la squadra lasciando di fatto il solo Fernandinho a protezione della retroguardia. Dalla mezz’ora i padroni di casa prendono il controllo del gioco offrendo un palleggio più intenso e funzionale che porta un paio di volte al tiro Aguero che comunque non impensierisce De Gea. Più cinico invece il Man United che in chiusura di frazione sfiora il vantaggio con Herrera che di testa spara di poco a lato da due passi.

Manchester, una città senza padrone

La ripresa inizia sulla falsa riga del finale di tempo col City a provare maggiormente senza però riuscire ad imprimere al match i propri ritmi grazie anche all’ottima organizzazione difensiva dei Red Devils che concedono poco o nulla. È infatti di Otamendi a metà frazione la prima occasione di una ripresa che vede il Manchester United gestire il risultato tenendo alta la tensione mentale ma senza più ripartire come nel primo tempo. La svolta della gara arriva all’84’ quando Fellaini viene espulso per una testata ad Aguero. Il City prende quindi definitivamente il controllo delle operazioni senza però trovare il gol del vantaggio che regalerebbe il derby ad un Guardiola che intanto si gioca il tutto per tutto. Dopo un lunghissimo recupero di quasi 7 minuti all’alba del quale è stato anche annullato un gol a Jesus, il derby di Manchester si chiude a reti bianche.

Manchester City-Manchester United TABELLINO

Manchester City-Manchester United 0-0

Marcatori: –

MANCHESTER CITY (4-2-3-1): Bravo (80′ Caballero); Zabaleta, Kompany, Otamendi, Kolarov; Fernandinho, Yaya Toure; Sterling (86′ Gabriel Jesus), De Bruyne, Sanè (80′ Navas); Aguero. Allenatore: Pep Guardiola.

MANCHESTER UNITED (4-3-3): De Gea; Valencia, Bailly, Blind, Darmian; Herrera, Carrick, Fellaini; Mkhitaryan (86′ Fosu-Mensah), Martial (80′ Lingard), Rashford (92′ Young). Allenatore: Josè Mourinho.

Ammoniti: Fellaini (MU), Gabriel Jesus (MC)

Espulsi: Fellaini (MU)