SHARE
Vettel qualifiche Gp Russia F1 2017
Fonte: Twitter @ScuderiaFerrari

F1 qualifiche Gp Russia – Sebastian Vettel conquista la pole positon del Gp di Russia di Formula 1, quarta prova del mondiale 2017. Il tedesco della Ferrari ha preceduto di una manciata di millesimi il compagno di box Kimi Raikkonen, capace anch’egli di mettere in fila per la prima volta in stagione le Mercedes di Bottas e Hamilton, rispettivamente 3° e 4°. Quasi 9 anni dopo il gp di Francia 2008 dunque (127 gran premi), la Ferrari torna ad occupare interamente la prima fila di un gp di Formula 1: allora furono Raikkonen e Massa a partire davanti a tutti. Per Sebastian Vettel si tratta della pole position numero 47 in carriera. Il quattro volte campione del mondo ritrova dunque il piacere di partire davanti a tutti dopo un anno e mezzo, visto che l’ultima volta fu nel gran premio di Singapore del 2015. Uno schiaffo morale non di poco conto per la Mercedes, che sino ad ora aveva sofferto la velocità della Ferrari in gara ma era sempre stata in grado di conquistare la pole position e di dettare legge nel corso delle qualifiche. Fanno specie, nello specifico, le difficoltà incontrate da Lewis Hamilton nell’arco di tutte le sessioni di prove. Il britannico tre volte campione del mondo è parso sin dai primi chilometri in grande difficoltà e anche in qualifica ha confermato di non essere totalmente a posto, non riuscendo a mettere insieme un giro buono e chiudendo alle spalle di un Bottas decisamente più in palla. Alla luce di quanto visto finora, il finlandese successore di Nico Rosberg sembra essere l’unica variabile in grado potenzialmente di rovinare una festa, quella della Ferrari, che pur facendo tutti gli scongiuri del caso sembra essere già pronta al termine del gran premio di domani. Resta impressionante il divario tra Ferrari, Mercedes ed il resto dello schieramento: il primo team insguitore, Red Bull, naviga infatti a quasi due secondi dalla vetta.

Formula 1, i risultati delle qualifiche del Gp di Russia

F1 risultati qualifiche gp Russia 2017
Fonte: Twitter @autosprintLIVE
SHARE