SHARE
juventus torino, scontro nel derby
Fonte:@forzatorofc

Juventus Torino pagelle tabellino- Il Toro ci prova fino alla fine e per poco non ci riesce, ma la vittoria viene negata dal solito Higuain che entra e allo scadere pareggia i conti. I bianconeri fanno ampio turnover ma la solidità difensiva è la solita: lo sa bene Belotti, che deve combattere con Bonucci e Benatia senza trovare quasi mai alcuno spazio di manovra. Dall’altra parte però manca la solita fluidità di manovra, con i vari Rincon, Sturaro e Asamoah che hanno caratteristiche differenti dagli uomini che sostituiscono. I granata fanno una partita gagliarda passando in vantaggio su una pennellata di Ljajic su punizione, ma peccano in ingenuità restando in 10 e venendo agguantati forse immeritatamente da un colpo da fuoriclasse del bomber argentino. In ogni caso gli uomini di Mihajlovic possono lasciare lo Stadium a testa alta ed i bianconeri devono rimandare la festa scudetto.

Juventus-Torino, il tabellino

Juventus-Torino 1-1 (52′ Ljajic, 92′ Higuain)

Juventus (4-2-3-1) Buffon, Lichtsteiner, Bonucci, Benatia, Asamoah, Khedira, Rincon (69′ Pjanic), Cuadrado, Dybala (80′ Alex Sandro), Sturaro (56′ Higuain), Mandzukic

Torino (4-2-3-1) Hart, Zappacosta, Rossettini, Moretti, Molinaro, Acquah, Baselli (75′ Obi), Boye (63′ Benassi), Ljajic, Iago Falque (83′ Iturbe), Belotti

Ammoniti: Dybala, Asamoah, Mandzukic, Moretti, Acquah, Molinaro

Espulsi: Acquah

Le Pagelle- Juventus

Neto 6- Quasi mai impegnato, la punizione di Ljajic è imparabile anche per l’uomo ragno.

Lichtsteiner 5.5- Nervoso sin dai primi minuti, soffre la fisicità di Boye nel primo tempo ed è piuttosto impreciso anche negli appoggi più semplici.

Bonucci 7- Annulla Belotti, serata in cui non ce n’è per nessuno. Partita solidissima, che lo porta in un paio di occasioni ad essere pericoloso anche in avanti.

Benatia 6- Guidato alla perfezione dal compagno di reparto, si muove bene in copertura sul 9 avversario. Forse un po’ irruento in qualche intervento.

Asamoah 5.5- L’atletismo non manca, ma spesso è confusionario e non si capisce con i compagni quando c’è da scambiare la palla. Giocare poco non gli giova molto, ma in ogni caso la prestazione è al di sotto del livello delle ultime uscite.

Khedira 5.5- Ha difficoltà a trovare posizione, anche perché trovare la palla non è semplice come al solito. Si vede poco ed ha sulla coscienza un gol mangiato che poteva essere decisivo visto il risultato finale.

Rincon 6.5- Domina a centrocampo con tempi perfetti nelle chiusure e forza fisica. Non si ferma un attimo e viene poi sostituito quando finisce la benzina. Partita di tutto rispetto, potrebbe risalire gradini nella scala gerarchica di Allegri per il finale di stagione. (Pjanic 6.5- Entra, mette ordine, la Juve segna. Non è un caso)

Cuadrado 5- Impreciso, svogliato, nervoso ed inefficace. Qualche cross pericoloso dalla trequarti e poco più, anche perché passa per terra più tempo che in piedi. Non certo la sua migliore prestazione.

Dybala 5.5- Prova in tutti i modi a trovare posizione tra le linee, ma i granata lo arginano bene. Fa notare qualche tocco di qualità, ma ci si aspetta molto di più da lui in serate come queste, specialmente quando el Pipita è out. (Alex Sandro s.v.)

Sturaro 5- Non è un’esterno e si vede. Si accentra troppo in fase difensiva lasciando campo a Zappacosta, in produzione offensiva è troppo istintivo ed impreciso. (Higuain 7- Gli basta un solo pallone: stoppa, si gira e fa gol. Una vera e propria macchina.)

Mandzukic 6- Ottimo quando deve fare il lavoro sporco, meno quando deve trasformarsi in realizzatore. Partita dai due volti.

Le Pagelle- Torino

Hart 6.5- Decisivo in almeno 3 interventi, fa quello che può in occasione della rete di Higuain. Sempre preciso nelle uscite, dà sicurezza al reparto.

Zappacosta 5.5- Non sfrutta bene il campo concessogli da Sturaro, mentre finisce per soffrire fisicamente Mandzukic quando si allarga dal suo lato, specialmente sulle palle alte.

Rossettini 6.5- La difesa del Toro non difende benissimo come reparto, ma lo fa in maniera ottima con i suoi singoli. Rossettini chiude e morde ogni bianconero che passa dalle sue parti, ma si gioca mezzo voto sull’uscita in leggero ritardo che vale il gol del pareggio.

Moretti 7- Come per il compagno, gioca un’ottima partita pur con problemi di posizionamento della linea. Decisivo nel non far girare Mandzukic e Dybala quando sono spalle alla porta, ingenuo in occasione del giallo che lo porterà a saltare la gara con il Napoli

Molinaro 6.5- La giornata no di Cuadrado lo avvantaggia, ma nella ripresa lo asfalta su tutta la linea. Non ha grandi mezzi tecnici, ma per grinta e determinazione non è secondo a nessuno.

Acquah 5- Stava anche giocando una buona partita, ma il doppio giallo grida ancora vendetta. In parità numerica non sapremo mai questa partita come sarebbe finita. Che sia fallo da giallo o palla piena, istinto e intensità del match lo tradiscono ed in ogni caso entra con il piede a martello.

Baselli 6.5- Ottima partita sia in fase di costruzione che in interdizione su Dybala e Khedira. Corre molto e alla fine chiede il cambio per problemi muscolari, ma esce consapevole di aver dato tutto. (Obi 6- Corre molto, ma vede poco la palla. Entra nel momento in cui non bisogna badare a fronzoli)

Boye 6- Non è mai pericoloso in area di rigore, ma come Mandzukic lavora molto nello sporcare palloni e pressare in maniera dura e costante sia Lichtsteiner che Cuadrado.

Ljajic 6.5- Non è la sua migliore partita: come spesso succede si assenta e perde qualche pallone sanguinoso nella propria metà campo. Detto ciò, la sua punizione è da guardare e riguardare…e riguardare…e riguardare ancora…

Ljajic GIFs - Find & Share on GIPHY

Iago Falque 6- Smista un numero incredibile di palloni, rappresentando il vero regista di questa squadra nonostante la posizione decentrata. Può fare di più negli ultimi 30 metri, ma quando c’è da difendere non si tira mai indietro.(Iturbe 6.5- Entra col piglio giusto e in un paio di ripartenze fa girare la testa ad Asamoah.)

Belotti 5.5- Si scontra con un Bonucci versione super, ma stasera prova spesso a strafare al di là dei propri mezzi. Di certo c’è la responsabilità di trascinare i suoi ed i compagni spesso non lo accompagnano, ma la sua prestazione non raggiunge la sufficienza.