Arsenal-Manchester United 2-0: Wenger batte Mourinho

Arsenal-Manchester United 2-0: Wenger batte Mourinho

ARSENAL-MANCHESTER UNITED TABELLINO – Si gioca all’Emirates Stadium il big match della 36/a giornata di Premier League. A Londra infatti fa tappa il Manchester United di Josè Mourinho, reduce dal convincente successo di Europa League in casa del Celta Vigo. Un testa a testa quello tra Gunners e Red Devils valido anche e sopratutto per la zona Champions League, con la truppa di Wenger che naviga proprio alle spalle di Pogba e compagni. Arsenal-Manchester United termina 2-0 con le reti decisive di Xhaka e Welbeck.

Arsenal-Manchester United, portieri ed equilibrio

Wenger accoglie il rivale di sempre con un particolare 3-4-3 che vede il giovane Holding completare la retroguardia con Koscienly e Monreal. In avanti ci sono invece le qualità di Ozil e Alexis Sanchez al servizio dell’ex Danny Welbeck. Dopo l’ostico match di Europa League, Mourinho attua un turnover ragionato, complici anche alcune assenze forzate. In difesa rientrano Jones e Smalling con il giovanissimi Tuanzebe ad agire da terzino destro. In mediana out Pogba mentre in avanti Martial e Rooney concedono riposo alla stellina Rashford. Saltata di netto la fase di studio, le due compagini provano immediatamente a prendere il centro del ring. Il primo squillo è di marca ospite, con Martial che chiama alla parata Cech. La risposta è affidata a Ramsey, pescato con una gran verticalizzazione in area da Sanchez. Il gallese colpisce a botta sicura ma trova sulla sua strada la manona di De Gea che salva il risultato. I ritmi sono quindi immediatamente alti e le potenziali occasioni da goal di certo non mancano. L’Arsenal dal canto suo superata la prima metà di tempo prova a prendere per mano la sfida tenendo il pallino del gioco e provando a scardinare l’attenta retroguardia dei Red Devils. Il 3-4-3 di Wenger consente ai suoi di difendersi in 5 per poi liberare la qualità degli interpreti offensivi in fase di possesso. Alla mezz’ora tornano infatti a far paura ‘Gunners’, con Chamberlain che chiama ancora una volta alla parata il solito De Gea. Nel miglior momento dell’Arsenal arriva però il colpo di coda della truppa di Mourinho. Holding cala la tensione e regala a Rooney la palla del vantaggio: il centravanti inglese si vede però chiudere la strada dall’esperto Cech, che tiene di fatto lo 0-0 al termine della prima frazione.

Doppio colpo

L’equilibrio della prima frazione viene rotto già al 53′ dallo svizzero Granit Xhaka, che porta in vantaggio l’Arsenal. L’ex Gladbach calcia dalla lunga distanza trovando la deviazione vincente di Ander Herrera che scavalca imparabilmente De Gea. Lo United accusa il colpo e l’Arsenal fiuta la grande occasione. La truppa di Wenger infatti azzanna la preda ferita e dopo meno di 5 minuti trova anche il colpo del KO con l’ex Welbeck. L’attaccante inglese è bravissimo a staccare in area su cross dalla destra ed ad insaccare con un colpo di testa forte e preciso il portiere spagnolo del Man United. Visto il doppio svantaggio, Mourinho prova a giocarsi il tutto per tutto già all’ora di gioco: nella mischia Rashford e Lingard con Rooney spostato in mediana. Lo stesso capitano dello United prova a sorprendere Cech al 70′ ma le occasioni latitano. L’Arsenal infatti controlla senza particolari patemi e mette in ghiaccio la sfida. Nel finale c’è solo spazio per una girandola di cambi che fa da preludio al triplice fischio del direttore di gara che sancisce il trionfo dell’Arsenal.

Arsenal-Manchester United TABELLINO

Arsenal-Manchester United 2-0

Marcatori: 53′ Xhaka (A), 58′ Welbeck (A)

Arsenal (3-4-3): Cech; Holding, Koscielny, Monreal; Oxlade-Chamberlain (84′ Bellerin), Xhaka (dal 76′ Coquelin), Ramsey, Gibbs; Ozil, Sanchez; Welbeck (84′ Giroud). All.: Wenger.

Manchester United (4-3-3): De Gea; Jones, Smalling, Tuanzebe, Darmian; Carrick, Herrera (dal 63′ Rashford), Mata (84′ McTominay); Martial, Mkhitaryan (dal 60′ Lingard), Rooney. All.: Mourinho.

Ammoniti: Koscienly (A)

Espulsi: –