SHARE
Juventus-Monaco, Dani Alves
Juventus-Monaco, Dani Alves (Foto: Facebook - @championsleague)

JUVENTUS-MONACO GIOCATE DANI ALVES – Allo Juventus Stadium la truppa allenata da Massimiliano Allegri ospita il Monaco dopo lo 0-2 dell’andata firmato da una doppietta di Higuain. Una situazione di netto vantaggio per i bianconeri, chiamati a concludere l’opera iniziata al Louis II per accedere alla finalissima di Champions League, che si disputerà il prossimo 3 giugno a Cardiff. Juventus-Monaco termina 2-1 in virtù delle reti di Mandzukic, Dani Alves e Mbappè. Tra colpi di tacco, parate e goal di pregevole fatture, ecco le migliori giocate del match di questa sera.

Juventus-Monaco, le migliori giocate

Un colpo di bacchetta

In avvio di partita il Monaco è in gara, ci prova e colpisce anche un palo con Mbappè. Il momento psicologico dei francesi sembra quindi favorevole, tanto da consentire a Bakayoko, centrocampista di certo bravo ma non dai piedi raffinatissimi, di tentare un preziosismo da campione. Il mediano monegasco in zona difensiva con calma olimpica scarica il pallone a Mendy con una magia di tacco da applausi.

via GIPHY

Uno contro uno

Higuain dopo i due gol dell’andata si traveste da uomo-assist. Passaggio da favola per l’inserimento di Mandzukic che di punta prova ad anticipare il movimento in uscita di Subasic. Il portiere croato del Monaco però sfodera una parata da urlo che ne esalta i riflessi.

via GIPHY

Fenomeno 40enne

Prima della mezz’ora diventa quindi un botta e risposta tra estremi difensori. Falcao con un saggio di bravura arpiona in area un pallone complicato e calcia a botta sicura. Sulla sua strada però, proprio come all’andata, ecco spuntare le manone di Gigi Buffon. Il quasi 40enne fenomeno di Carrara mette ancora una volta la sua firma in calce sulla vittoria della Juventus.

via GIPHY

Da A a B

Al 31′ la difesa ballerina del Monaco crolla. Sembra di rivedere il secondo goal siglato da Higuain all’andata. Questa volta il protagonista è Mandzukic ma l’assist man è ancora una volta Dani Alves. Il brasiliano disegna una parabola perfetta che parte dal punto A (il suo destro) e termina al punto B (la testa del croato). L’ex Atletico trova un Subasic ancora attento ma sulla respinta dimostra tutto il suo cinismo.

via GIPHY

E’ quasi magia Dani

Nel finale di primo tempo la giocata del match la regala ancora una volta uno scatenato Dani Alves. Il brasiliano raccoglie con un destro al volo una respinta poco convinta di Subasic. L’ex Barça di prima trova l’angolo giusto fulminando l’estremo difensore monegasco con una traiettoria praticamente perfetta. Dani on fire.

via GIPHY

Orgoglio monegasco

Tra i numeri di Dybala e l’ennesima parata di Buffon alla fine anche il Monaco piazza la zampata vincente. La firma non poteva che essere del classe 1998 più corteggiato del piante: Kylian Mbappè. L’azione è ben sviluppata sulla sinistra con Moutinho che disegna un perfetto cross basso d’esterno per il movimento a centro area del fenomeno in maglia numero 29 che da due passi non può fallire.

via GIPHY

Giuseppe Barone