La soundtrack della Champions League 2016/2017

La soundtrack della Champions League 2016/2017

La Champions League 2017 ha regalato gioie e dolori, grandi imprese ed incredibili collassi: la strada per Cardiff, lastricata di grandi giocate, è arrivata al capolinea. Le due strade parallele hanno portato in Galles Juventus e Real Madrid, che il 3 giugno si affronteranno nella – troppo piccola, ad onor del vero – arena gallese. Per raccontare l’hype crescente della competizione per club più seguita al mondo abbiamo stilato una lista di venti famosissimi brani che possono esprimerne al meglio le emozioni, un viaggio di un’ora e quarantadue minuti che potrete vivere tramite la nostra playlist su Spotify.

La Soundtrack della Champions League 2017, i venti brani che raccontano il grande viaggio europeo

Dimenticatevi il West Bromwich Albion del cazzo. Dimenticate l’Everton. Dimenticate il Norwich e dimenticate il Chelsea. Tutti possono giocare contro il West Bromwich Albion. Contro l’Everton, il Norwich e il dannato Chelsea. Ma questa è la Coppa dei Campioni. Ogni anno c’è una sola squadra inglese che gioca questa coppa. Stasera quella squadra siamo noi. Non il Liverpool. Non l’Arsenal. Non il Manchester United. Non il Leeds United. È il fottuto Derby County a essere là fuori, su quel campo e nei libri di storia. Perciò andate fuori, su quel campo, in quei libri di storia, e divertitevi, cazzo, perché se non lo fate potrebbe non capitarvi mai più. (Brian Clough)

Ottavi di finale

Benfica-Borussia Dortmund (agg. 1-4) Alphaville – Forever young

Bayer Leverkusen-Atletico Madrid (agg. 2-4) Guns n’ Roses – Welcome to the jungle

Bayern Monaco-Arsenal (agg. 10-2) The Notorious B.I.G. – Sky’s the limit

Siviglia-Leicester City (agg. 2-3) Survivor – Burning heart

Real Madrid-Napoli (agg. 6-2) Wim Mertens – Struggle for pleasure

Manchester City-Monaco (agg. 6-6) Bonnie Tyler – Holding out for a hero

Porto-Juventus (agg. 0-3) Pink Floyd – Shine on you crazy diamond

PSG-Barcellona (agg. 5-6) The Beatles – Helter Skelter

Quarti di finale

Borussia Dortmund-Monaco (agg. 3-6) Nirvana – Smells like teen spirit

Juventus-Barcellona (agg. 3-0) Aerosmith – Dream on

Atletico Madrid-Leicester City (agg. 2-1) Queen – Bohemian rhapsody

Bayern Monaco-Real Madrid (agg. 3-6) David Bowie – Starman

Semifinali

Monaco Maroon 5 feat. Christina Aguilera – Moves like Jagger

Juventus Eminem – Not afraid

Real Madrid Coldplay – Viva la vida

Atletico Madrid Depeche Mode – Where’s the revolution

Finale

Gianluigi Buffon 3 Doors Down – Kryptonite

If I go crazy then will you still
Call me Superman?

In molti pensavano che la sconfitta in finale contro il Barcellona di due anni fa fosse la pietra tombale sulla carriera di Gigi Buffon, a quota due finali perse. Il destino (anche se il portierone ci ha messo del suo) ha voluto dargli un’altra chance per dare l’ultimo assalto al grande assente nella sua bacheca. Riuscirà Superman ad avere la meglio sulla sua Kryptonite?

Cristiano Ronaldo Bon Jovi – Last man standing

You ain’t seen nothing like him
the last one of the breed

L’ultimo della sua specie, direbbero i Bon Jovi: Cristiano Ronaldo ha passato tutta la vita a dimostrare che, tutto sommato, al livello di Leo Messi può starci. Il fenomeno lusitano ha annientato Bayern Monaco e Atletico Madrid a suon di gol, in quello che a detta di molti era il suo periodo di peggior forma. Pensate se fosse stato bene…

Juventus Imagine Dragons – It’s Time

And now it’s time to build from the bottom of the pit
Right to the top

It’s time è il motto della Juventus da Champions League, svelato nella sfida contro il Barcellona: un promo degno dello show business statunitense, che ha lanciato i bianconeri in un’altra dimensione dal punto di vista dell’immagine. La maledizione delle finali sarà il peggior nemico della Juventus, alle prese con gli spettri del passato: quattro sconfitte consecutive per un trend che va avanti dal 1997.

Real Madrid Led Zeppelin – Stairway to heaven

Who shines white light and wants to show
How everything still turns to gold

I grandi vincitori di finali: ne hanno conquistate undici su quattordici giocate nella loro storia. I blancos non steccano – quasi – mai all’atto finale. L’ultima sconfitta è datata 1981 e la dodicesima marchierebbe a fuoco la storia col nome Real Madrid. Nessuno è mai riuscito a conquistare la coppa dalle orecchie per due anni consecutivi.