martedì, Dicembre 7, 2021

Latest Posts

Donnarumma, la provocazione del Milan e il ruolo di Raiola

DONNARUMMA MILAN RAIOLA – Il futuro di Gigio Donnarumma con la maglia del Milan sembra appeso ad un filo. La società rossonera ha parlato in maniera chiara e diretta: se non firma la proposta di rinnovo c’è il rischio che possa finire nel dimenticatoio con un anno intero passato in tribuna. Le voci adesso girano alla velocità della luce poiché si parla di uno dei profili più interessanti del panorama calcistico mondiale. Il Milan ha fatto la sua parte, adesso la palla passa al portiere e al suo procuratore Mino Raiola.

Donnarumma, botta e risposta sul rinnovo

Un paio di settimane fa il procuratore del calciatore ha mostrato il suo scetticismo in merito alla nuova dirigenza rossonera. Non è del tutto convinto delle risorse finanziarie della proprietà, e questo ha fatto crescere in lui un senso di incertezza riguardo il futuro del suo assistito. Il Milan, irritato dall’atteggiamento dell’agente, non è rimasto a guardare ed ha dato un ultimatum al suo portiere. Il messaggio è chiaro e diretto : “o rinnovi o non giochi”. La situazione tra Gigio Donnarumma e il Milan è tesa da mesi, come racconta Luca Bianchin sulla Gazzetta in edicola oggi, e ieri c’è stato il colpo decisivo: in panchina (o in tribuna) nella prossima stagione, nel caso in cui Gigio rifiutasse le proposte per il rinnovo. La società al momento esclude la cessione, ma in caso di mancato rinnovo Gigio sarebbe libero di firmare gratis per un’altra compagine per il prossimo anno. Una provocazione per mettere le cose in chiaro e non essere schiavi di un singolo procuratore. Una mossa a sorpresa per lanciare un segnale e dimenticare il passato. I club interessati al ragazzo sono comunque tanti, in primis il Manchester City. Pep Guardiola ha riempito di complimenti il portiere rossonero e le risorse economiche del club inglese sono indiscutibili. Ma già stamattina Raiola ha abbassato i toni e ridimensionato il caso: “Nessuno ha mai detto che Gigio Donnarumma non vuole rinnovare con il Milan. Lui un anno in tribuna? Non credo che i dirigenti del Milan abbiano detto una cosa del genere. Io penso che vogliano solo farci fare la guerra tra me e il Milan. Dopo la Nazionale Gigio andrà in vacanza, poi vediamo cosa succede. Stiamo parlando con il Milan, vediamo: valutiamo delle cose e ci sarà da valutarne altre. A parametro zero non porto via nessuno”. Un caso aperto e chiuso in poche ore e declassato a semplici e classiche schermaglie prima di una firma decisamente probabile.

di Giovanni Benvenuto

Latest Posts

Don't Miss