SHARE
Manchester City mercato Etihad_Stadium
Fonte: google (immagine libera da diritti)

MANCHESTER CITY MERCATO/ Si sa, il calciomercato è caratterizzato anche dalle cifre astronomiche che i club spendono ogni anno, cifre che “uccidono” la concorrenza e che creano scetticismo in tutti gli amanti di questo sport. Un club abituato a spendere tanto durante le sessioni di mercato è sicuramente il Manchester City, a maggior ragione al termine di una stagione deludente nonostante l’arrivo in panchina di un gigante come Pep Guardiola. I citizens hanno concluso questa stagione con zero titoli e all’interno della compagine inglese è stata riattivata quella girandola a gettoni utile per rinforzare l’organico. In questi ultimi giorni il City ha deciso di spolpare i club rivelazione di quest’anno (Monaco e Benfica) privandoli di alcuni tasselli fondamentali quali Bernardo Silva, Mendy ed Ederson. Una strategia subdola ma efficace quella del club inglese che ancora una volta ha dovuto sborsare delle cifre da capogiro per assicurarsi giocatori al momento sulla cresta dell’onda.

Bernardo Silva con la maglia del Manchester City (Fonte: @ManCity, Twitter)

Manchester City, mercato d’altri tempi

Il primo colpo della nuova campagna acquisti di Guardiola è stato Bernardo Silva, preso per 80 milioni di euro. Si tratta di un giocatore reduce da una stagione positiva con il Monaco. Per l’ex perno centrale del gioco di Jardim si tratta di una cifra di tutto rispetto: il giocatore ha grandi doti tecniche ed è in grado di trainare la squadra in fase di contropiede. Un altro profilo che è esploso durante quest’ultima stagione è Mendy, sempre del Monaco. Terzino di spinta, è abile nel scardinare le retroguardie avversarie con le sue percussioni. Per lui sono stati spesi 50 milioni, cifra esorbitante e forse spropositata ma la dirigenza dei citizens non ha avuto dubbi. Infine c’è Ederson: il portiere è reduce da un’ottima stagione con il Benfica coronata dalla vittoria del Campionato e della Coppa Nazionale. Estremo difensore di grandi prospettive è il portiere più pagato della storia (40 milioni) scalzando così la posizione di Neuer che fu preso dal Bayern per 27 milioni e restando dietro al solo Buffon. Il City si prepara in vista della prossima stagione con dei colpi grossi, colpi che finora hanno caratterizzato un mercato sterile. Il club inglese si gode i suoi gioielli, che adesso devono far valere sul campo tutto il loro valore. Sul campo il denaro relativamente conta, ma quando ci sono di fronte delle risorse economiche potenti ecco che l’impossibile può diventare possibile.

di Giovanni Benvenuto