SHARE

QUALIFICAZIONI MONDIALI 2018 / Sesta giornata di qualificazioni ai Mondiali 2018 per quanto riguarda l’Europa. Al termine delle gare disputate ieri sera il Belgio mantiene il primato del gruppo H e allunga approfittando dello scontro diretto tra Bosnia e Grecia. A Solna la Francia perde il primato del gruppo A contro la Svezia e vede avvicinarsi l’Olanda, travolgente contro Lusemburgo. Non si ferma Cristiano Ronaldo, che trascina il Portogallo cotro la Lettonia e consente ai lusitani di mantenere il secondo posto del girone B, comandato dalla Svizzera. Non mancano le sorprese, come la clamorosa vittoria di Andorra in casa contro l’Ungheria.

Qualificazioni Mondiali 2018: Dzeko e Manolas sfiorano la rissa


Botte da orbi nel big match di giornata del Gruppo H, Bosnia-Grecia: ad avere la peggio è il laziale Lulic, costretto ad uscire dal campo in seguito ad un duro scontro. Alla fine della gara scintille tra Dzeko e Manolas: i due vanno faccia a faccia e rischiano di scatenare una rissa epica, ma compagni e dirigenti riescono ad evitare il peggio. Lo 0-0 allontana entrambe dalla capolista Belgio, che allunga a +4 grazie alla vittoria per 2-0 in casa dell’Estonia: apre le danze il napoletano Dries Mertens alla mezz’ora, chiude i giochi Chadli a 4 minuti dal novantesimo. Le gare del gruppo H si chiudono con il successo di Cipro sul campo del fanalino di coda Gibilterra per 2-1. Nel gruppo B la capolista Svizzera non ha problemi a conservare il margine il margine di 3 punti sul Portogallo. Senza Ricardo Rodriguez, ma con Lichtsteiner alla presenza numero 90 in nazionale, la squadra di Petkovic supera a domicilio le Far Oer grazie alle reti di Xhaka e Shaqiri. Il Portogallo campione d’Europa tiene il passo travolgendo la Lettonia con un secco 0-3 firmato dal solito Ronaldo (doppietta) e dal giovane bomber Andre Silva. A regalare il colpo di scena di giornata è Andorra, che interrompe una striscia di 66 sconfitte consecutive e batte l’Ungheria con un gol di Rebes.

Qualificazioni Mondiali 2018: Lloris, che erroraccio!

Nel gruppo A delle qualificazioni ai Mondiali 2018, la Francia perde scontro diretto e primato in classifica a favore della Svezia. Alla Friends Arena di Solna, teatro dell’ultima finale di Europa League, i padroni di casa rimontano l’iniziale svantaggio firmato da Giroud grazie alla rete di Durmaz nel finale di primo tempo e grazie all’erroraccio di Hugo Lloris a tempo scaduto che permette ad Ola Toivonen di segnare un pesantissimo goal da centrocampo.

Le ultime partite del Gruppo A saranno senza dubbio incandescenti, visto che la coppia Svezia-Francia comanda con soli 3 punti di vantaggio sull’Olanda di Advocaat. Gli orange non hanno problemi a fare di un sol boccone il malcapitato Lussemburgo, seppellito di reti da Robben, Sneijder, Wijnaldum, Promes e Janssen. Chiude il quadro di questo raggruppamento la vittoria della Bielorussia sulla Bulgaria. La selezione bulgara getta dunque al vento la possibilità di portarsi a -1 dalla coppia di testa e di rendere straordinaria la lotta a Russia 2018.

Qualificazioni Mondiali 2018, i risultati della 6/a giornata

Gruppo A

Svezia-Francia 2-1 (37′ Giroud [F]. 43′ Durmaz [S], 93′ Toivonen [S])

Olanda-Lussemburgo 5-0 (21′ Robben, 34′ Sneijder, 62′ Wijnaldum, 70′ Promes, 84′ rig. Janssen)

Bielorussia-Bulgaria 2-1 (33′ rig. Sivakov [Bie], 80′ Savitski [Bie], 91′ Kostadinov [Bul])

Classifica: Svezia 13 pt., Francia 13, Olanda 10, Bulgaria 9, Bielorussia 5, Lussemburgo 1.

Gruppo B

Far Oer-Svizzera 0-2 (36′ Xhaka, 59′ Shaqiri)

Lettonia-Portogallo 0-3 (41′, 63′ Ronaldo, 67′ A. Silva)

Andorra-Ungheria 1-0 (26′ Rebes)

Classifica: Svizzera 18 pt., Portogallo 15, Ungheria 7, Far Oer 5, Andorra, 4, Lettonia 3.

Gruppo H

Estonia-Belgio 0-2 (31′ Mertens, 86′ Chadli)

Bosnia Erzegovina-Grecia 0-0

Gibilterra-Cipro 1-2 (10′ aut. Chipolina [C], 30′ Hernandez [G], 87′ Sotiriou [C])

Classifica: Belgio 16 pt., Grecia 12, Bosnia-Erzegovina 11, Cipro 7, Estonia 4, Gibilterra 0.