lunedì, Novembre 29, 2021

Latest Posts

Calciomercato, botto Roma: ecco chi è Hector Moreno

Hector Moreno caratteristiche – Hector Moreno è un nuovo giocatore della Roma, primo acquisto del neodirettore sportivo Monchi. I giallorossi hanno messo sul piatto una cifra vicina ai 6 milioni di € per strappare il centrale messicano al PSV Eindhoven. L’ex dirigente del Siviglia ha presentato con entusiasmo il prospetto al nuovo tecnico della Lupa Di Francesco, ribadendo a più riprese come fosse da tempo nel suo mirino.

HECTOR MORENO, UN TRATTORE MESSICANO PER LA NUOVA ROMA

In Olanda gli hanno affibbiato il soprannome “El Tractor” e, forse, non ci sono andati troppo lontano. Il nuovo pezzo della Roma post Spalletti e del nuovo corso firmato Monchi e Di Francesco ha un nome e un cognome: Hector Moreno. Centrale di difesa messicano prelevato dall’Eredivisie dove ha militato per ben 6 stagioni, prima all’AZ Alkmaar e da ultimo al PSV Eindhoven con un intermezzo di quattro anni all’Espanyol nella Catalogna vogliosa di indipendenza.

Classe 1988, 188 centimetri di pura forza atletica e rabbia agonistica, originario di Culiacan, nello Stato di Sinaloa, il medesimo centro che ha dato i natali ad un altro grande idolo centroamericano come Jared Borghetti, in patria è conosciuto soprattutto con l’appellativo di “King Kong” con l’istantanea che si conclude immortalando il diretto interessato intento ad indossare la fascia da capitano della propria nazionale.

HECTOR MORENO: CARATTERISTICHE, RUOLO E POSIZIONE

Nato calcisticamente nel Pumas UNAM, Hector Moreno è sbocciato nella terra dei tulipani imponendosi come centrale di difesa in uno schieramento a 4 e/o potenzialmente a 3 – nel secondo caso leggermente a scalare sulla corsia di sinistra – sebbene non disdegni neppure la posizione di laterale mancino essendo dotato di un piede sinistro sopra la media. Tra le sue caratteristiche principali non spicca di certo la progressione, prerogativa questa di pochi centrali longilinei, mentre può contare su una spiccata resistenza nonché un buon stacco aereo, il che lo rende pericoloso sulle palle inattive: nell’ultima stagione ha trovato per ben 7 volte la via del gol grazie alla sue scorribande offensive.

Considerato un difensore completo da molti addetti ai lavori, a Roma Di Francesco dovrebbe impiegarlo al centro della sua difesa a 4 o sull’out di competenza qualora l’ex tecnico neroverde dovesse far fronte ad alcune defezioni. La sua duttilità lo rende un di fatto un elemento di valore per la rosa della Roma, abituata negli ultimi anni a continui cambi di moduli con passaggi dal 4-2-3-1 al 3-5-2. Non solo, il messicano ha recepito nel proprio DNA il dettame, tipicamente olandese, del mantenimento del possesso palla e dell’impostazione da dietro, prerogativa importante per le squadre come quella capitolina che fanno della manovra orchestrata la propria arma principale.

L’AFFARE HECTOR MORENO

Monchi ha riassunto così l’acquisto: “Era un mio obiettivo da tempo – ha aggiunto il ds – Fortunatamente si sono create le circostanze perché potesse arrivare alla Roma. Risponde perfettamente al profilo che stavamo cercando”.  Hector Moreno ha infatti il passaporto comunitario, spagnolo per essere precisi, particolare questo che permette alla Roma di non andare ad intaccare i posti destinati agli extracomunitari. Alle parole del rappresentante della società sono poi seguite quelle del diretto interessato che ha sottoscritto un contratto quadriennale: “Sono molto felice di essere qui – ha detto al sito ufficiale del club – e per la mia carriera questo è un passo avanti importante”.

Stefano Mastini

Latest Posts

Don't Miss