SHARE
Fonte: Twitter @F1

Daniel Ricciardo vince il gran premio d’Azerbaijan di F1, ottava prova del mondiale 2017. Sul circuito cittadino di Baku, il pilota australiano della Red Bull trionfa al termine di una gara incredibile, ricca di colpi di scena dal primo all’ultimo giro. Sul podio con lui ci sono incredibilmente il debuttante Lance Stroll – al secondo piazzamento a punti della sua giovane carriera – e Valtteri Bottas, che dopo un giro era addirittura doppiato e che proprio sotto alla bandiera a scacchi beffa il canadese al photofinish. Quarto posto con polemiche per Sebastian Vettel, penalizzato con uno stop&go  quando si trovava in testa alla corsa per un precedente contatto con Hamilton in regime di safety car, mentre lo stesso Hamilton è quinto a causa di un problema al sistema di sicurezza per la testa che lo ha costretto ad un pit-stop in più. Ritirato al termine di una gara travagliata Kimi Raikkonen, vittima di un contatto al via con Bottas e di una foratura alla ripartenza di una delle tre safety car scese in pista durante questo folle gran premio, caratterizzato anche da una bandiera rossa per via dei troppi detriti rimasti in pista dopo i numerosi contatti tra i piloti in lotta per le posizioni di testa. Alla fine a ridere di gusto è Daniel Ricciardo, che dopo i guai in qualifica si era ritrovato a partire dalle retrovie e ben lontano dal compagno Max Verstappen (ritiratosi per un guaio al motore dopo poche tornate), ma è incontenibile anche la gioia di Lance Stroll, che dopo un ottimo lavoro in qualifica capitalizza oltre ogni più rosea previsione una gara consistente e “lontana dai guai”. Primi punti stagionali per Fernando Alonso (9°) mentre è ottimo decimo Pascal Wehrlein con la Sauber. A punti anche Ocon (6°) – che però avrà di che discutere con il compagno Perez, cui ha rovinato la gara con un contatto mentre il messicano si trovava in terza posizione – un Magnussen in ottima forma (7°) e Carlos Sainz (8°) un altro di quelli che ha approfittato del parapiglia dopo un testacoda nei primi metri di gara che lo aveva relegato in fondo al gruppo. In classifica mondiale Vettel nonostante tutto incrementa il gap su Lewis Hamilton, seppur di soli due punti. Ora il rivale della Mercedes è distante 14 lunghezze, mentre alle loro spalle Bottas accorcia a -42 e Ricciardo scavalca Raikkonen in quarta posizione.


SHARE