domenica, Gennaio 23, 2022

Latest Posts

Hamsik: “E’ il mio Napoli più forte di sempre”. E svela il suo erede naturale

Ci risiamo. Pronti, partenza e via. Il Napoli è già al lavoro in Trentino per la prossima stagione sotto l’attenta guida di Maurizio Sarri e dei suoi collaboratori. Da pochi minuti è terminata la prima conferenza stampa di Marek Hamsik che ha espresso il suo parere sulla “nuova vecchia” squadra parlando anche del neo-acquisto Adam Ounas: “E’ un ragazzo giovane con bella rapidità e grande tecnica”. Tanti gli spunti del capitano del Napoli che ha cercato attentamente di soddisfare le tante domande dei giornalisti presenti al teatro di Dimaro. Il divertimento è il segreto dello spogliatoio partenopeo come spiega il numero 17 azzurro: “La sensazione è di divertimento mentre giochiamo e in campo si vedono i frutti del lavoro. Con la conferma di tutti noi e del mister possiamo solo migliorare perché ci conosciamo bene. Siamo veramente un gran bel gruppo anche nello spogliatoio, e questo è molto importante per tutto il resto”. Tutti i calciatori del Napoli, inoltre, sono arrivati nella Val di Sole già dalla prima seduta di allenamento rinunciando anche a  qualche giorno di vacanza: “Ci hanno chiesto questo favore e noi, da grandi professionisti, lo abbiamo accettato: è buono aver iniziato tutti insieme, ci darà una grande mano”.

Hamsik, dallo Scudetto al suo erede naturale: il Napoli è già pronto

Rispetto alle ultime due stagioni la squadra azzurra è completa sotto ogni punto di vista. Con l’aiuto dei nuovi acquisti il Napoli proverà a puntare al massimo traguardo del calcio italiano: “Vedendo la seconda parte di campionato ci crediamo, da gennaio a maggio è stato un cammino incredibile. Sappiamo che siamo forti e se ripetiamo quelle partite ce la possiamo fare ma non sarà facile perché le milanesi si sono rinforzate tantissimo. Noi guardiamo a noi stessi”. Infine, una battuta sul possibile suo erede in maglia azzurra: “E’ difficile dirlo, abbiamo giocatori straordinari, per me li farei giocare tutti perché sono cresciuti tantissimo, da Rog a Diawara, ma quello che mi piace più di tutti è Zielinski. Gli auguro possa diventare il mio erede ma è giusto pensare sempre da squadra, solo così si può vincere”.

Latest Posts

Don't Miss