Asse Juventus-Milan, i cinque trasferimenti che hanno fatto la storia

- Advertisement -
Asse Juventus-Milan: Giuseppe Meazza
Asse Juventus-Milan: Giuseppe Meazza

Giuseppe Meazza

Magia di un Naviglio incantato e simbolo dell’Ambrosiana Inter, Giuseppe Meazza – per tutti solo e soltanto “Peppin” – è l’ultimo nome della Top5 di affari sull’asse Juventus-Milan, primo posto ad honoris causa. Il Milan lo ripescò dal dimenticatoio dopo un brutto infortunio che lo tenne lontano dai campi da calcio per quasi un anno, il suo contributo in rossonero non fu però nemmeno lontanamente comparabile con quanto visto ai tempi della militanza nell’Ambrosiana: 11 centri e 42 presenze in due stagioni, per quello che doveva essere uno sberleffo ai rivali di sempre che, quasi per rabbia, si trasformò in un tentativo a vuoto. Durante la Seconda Guerra Mondiale si trasferisce a Torino: al fronte volano bombe, mentre nel capoluogo del Piemonte si progetta il suo grande ritorno. Il miracolo avviene solo a metà, Meazza chiude la stagione in doppia cifra dimostrando di aver ritrovato lo spirito della competizione e la voglia di incidere, prerogative però che non gli consentirono di prolungare di molto la propria carriera. Tre anni più tardi chiuse la propria esperienza di calciatore con addosso l’unica maglia che avesse sempre amato: quella interista.     

Stefano Mastini