sabato, Gennaio 22, 2022

Latest Posts

In attesa di Roberto, Sebastiani “punzecchia” Lorenzo Insigne

A Pescara il nome “Insigne” non può che rievocare bellissimi ricordi. Nella magica stagione 2011-2012 la squadra allenata da Zeman vinceva il campionato di Serie B trascinato proprio da Insigne, oltre che da Ciro Immobile e Marco Verratti. Sei anni dopo la situazione si ripete: campionato cadetto, il boemo in panchina e, forse, un Insigne come esterno d’attacco. Non è mistero che alla squadra abruzzese interessi eccome il fratello minore di Lorenzo, ma il patron Sebastiani deve pensare al bene della squadra prima che agli “sfizi” personali. “Mi piacerebbe vedere di nuovo un Insigne al Pescara, ma al momento abbiamo in rosa più di 30 giocatori e c’è bisogno di una bella sfoltita” ha affermato ai microfoni di Kiss Kiss Napoli. Nonostante tutto, però, l’interesse resta vivo ed è forte del gradimento del tecnico Zeman, ansioso di rendere grande anche il secondo fratello della famiglia.

Ed i rapporti con Lorenzo? Sono ancora fortissimi e con Sebastiani non mancano le “frecciatine”…”Lorenzo mi dice sempre che è stato lui a portarmi in Serie A, ma io gli ricordo che se non fosse stato per me starebbe ancora giocando a Cava de’ Tirreni!”. Battute a parte, il Pescara ha bisogno di recuperare in fretta il pessimo campionato dello scorso anno, chiuso all’ultimo posto e con un’insurrezione della tifoseria che fino a pochi mesi prima portava in trionfo allenatore, giocatori e dirigenza. La scelta di Zeman non è casuale, ma adesso dovranno arrivare i risultati: Ganz, Latte Lath, Valzania e Palazzi basteranno per dare al boemo una rosa vincente?

 

 

 

Latest Posts

Don't Miss