giovedì, Gennaio 27, 2022

Latest Posts

Serie A da record: sarà l’edizione più povera di gol dal 1994

L’addio di Francesco Totti lascia strascichi anche nelle statistiche. Se con il fuoriclasse romano in attività non si avevano dubbi su chi fosse il miglior marcatore del campionato di Serie A, adesso lo scettro è passato di mano.

Serie A: dal 1994 il miglior marcatore italiano non aveva così pochi gol. È Quagliarella il migliore!

A beneficiarne è l’attaccante napoletano della Sampdoria Fabio Quagliarella: sebbene Gilardino e Cassano, ancora in attività, abbiano segnato più di lui nessuno dei due inizierà la sua stagione nella massima categoria italiana. Il primo, attualmente svincolato, andrà probabilmente in Serie B nel Venezia di Inzaghi, mentre il secondo dopo un lungo tira e molla ha lasciato il ritiro del Verona. Quagliarella è in testa alla classifica con 108 marcature in Serie A: dietro di lui, ad una lunghezza di distanza, Pazzini e Pellissier. Il miglior marcatore attivo in Serie A non aveva così pochi gol dal 1994, anno nel quale conducevano questa particolare classifica due veri e propri fuoriclasse come Roberto Baggio e Roberto Mancini. Tocca a Quagliarella la pesante investitura di questo primo anno post Totti, nel quale la classifica dei marcatori storici della Serie A verrà riscritta.

Higuain si lecca i baffi

Chi potrebbe iniziare la prossima stagione con lo scettro di Quagliarella in mano? Scalpita Gonzalo Higuain a quota 95, pari merito con Marco Borriello: se dovesse confermarsi sui livelli degli ultimi anni l’argentino potrebbe superare il trio di centenari ed insediarsi sul trono di miglior marcatore in attività. A quota 93 anche il centrocampista del Napoli Marek Hamsik, che poitrebbe riuscire ad arrivare in tripla cifra anche se difficilmente aggancerà i tre esperti attaccanti italiani sul podio.

Latest Posts

Don't Miss