SHARE
barcellona, messi neymar suarez

Con la partenza di Neymar il prolifico trio offensivo del Barcellona sembra essersi sciolto. Il brasiliano ha accettato l’offerta faraonica del PSG lasciando così la compagine catalana, tappa di passaggio e non di arrivo di moltissimi fuoriclasse che hanno lasciato il segno nel mondo del calcio. Secondo le statistiche Messi, Neymar e Suarez hanno formato il tridente più forte della storia del club con 364 reti in tre stagioni, ma ciò non significa che il Barça ne abbia avuti di meno importanti. Proviamo a rispolverare i risultati dei trii più prolifici.

Barcellona: tridenti, numeri e trofei

Il Barcellona ha sempre fatto dell’attacco a tre una caratteristica principale del suo gioco. Sono tanti i nomi che l’hanno composto, nomi indelebili nella storia del club. Per il primo tridente prolifico bisogna fare riferimento alla stagione 1942-1943 quando in quell’annata Escolà , Mariano Martìn  e César segnarono in totale 72 reti per la formazione catalana, con Martìn che vinse il “Trofeo Pichichi” assicurandosi il titolo di capocannoniere della Liga. Per il secondo trio offensivo facciamo un salto di nove anni fino ad arrivare alla stagione 1951-1952: César, Kubala e Vila guidarono l’attacco con 86 marcature segnate in 87 partite disputate e regalando il quinto titolo di Campione di Spagna ai blaugrana. Nel 1959 cambiano i nomi ma non la sostanza: il club regala gioie ai tifosi con le vittorie della Coppa delle Fiere e della Liga. Protagonisti assoluti furono Evaristo, Eulogio Martinez e Luis Suarez con 68 gol in 109 match. Dopo tanti anni senza un vero e proprio trio d’attacco, la squadra ritrova la gioia continua del gol nel 1993 quando l’attacco guidato da Stoitckov, Romario e Laudrup collezionò 62 reti mettendo anche in cassaforte la vittoria del campionato. A distanza di tre anni Figo, Ronaldo e Luis Enrique assicurarono reti e trofei quali la Coppa delle Coppe, la Copa del Rey e la Supercoppa di Spagna con l’attaccante brasiliano che si confermò in vetta alla classifica marcatori della Liga.

Infine arriviamo ai giorni nostri, precisamente alla stagione 2005-2006  quando il trio formato da Ronaldinho, Eto’o e Messi stregò la Spagna (68 reti su 117 scontri) ed anche l’Europa, infatti i catalani in quell’annata firmarono il double “Liga-Champions League”. Non meno importanti i tridenti dell’era Guardiola: Messi, Eto’o ed Henry ( 2008-2009) e Messi, Villa, Pedro (2010-2011). Con loro il Barça riempie la bacheca di trofei e record, scrivendo un nuovo capitolo della sua storia e mostrando un tipo di gioco considerato l’evoluzione moderna del calcio totale: il “Tiki-Taka”. La MSN, come visto, è solo l’ultimo dei tanti trii d’attacco che hanno scritto la storia di questo club, formati da giocatori la cui storia risuona ancora nei cuori dei “Cules”.

di Giovanni Benvenuto

SHARE