SHARE
juventus-lazio immobile benatia
Immobile lotta con Benatia - Fonte Twitter @OfficialSSLazio

Finisce 2-3 allo Stadio Olimpico di Roma. Juventus-Lazio, gara unica con in palio la Supercoppa Italiana, finisce in favore dei biancocelesti. Doppiette di Immobile e Dybala, a risolverla ci pensa il classe 1996 Murgia con una zampata nei minuti di recupero. Vittoria meritata per i ragazzi di Inzaghi, bagno di umiltà per la squadra di Allegri.

JUVENTUS 5: Pessima partita dei bianconeri che la riprendono solamente grazie alla verve di Dybala. La fase difensiva è da film horror.

Gianluigi Buffon 5,5: Raccoglie due volte la palla in fondo al sacco, la Lazio lo sollecita spesso.

Andrea Barzagli 5: Non irresistibile come terzino, migliora da centrale difensivo. Comunque irriconoscibile come tutta la fase difensiva.

Mehdi Benatia 4,5: la prima del dopo Bonucci non inizia bene per l’erede designato da Allegri. Si fa bruciare da Immobile in più occasioni, male anche in marcatura. (dal 55′ Mattia De Sciglio 5: Timido in fase offensiva, si fa infilare da Lukaku in pieno recupero. Distratto.)

Giorgio Chiellini 5,5: Confusionario in fase di impostazione, è comunque l’ultimo a mollare. Ci mette la faccia.

Alex Sandro 6,5: Al solito fra i migliori dei suoi. Spinge a corrente alternata, si guadagna il calcio di rigore del momentaneo pareggio.

Sami Khedira 4,5: Scopriremo che fine ha fatto mercoledì a Chi L’ha Visto. Impalpabile per tutti i novanta minuti.

Miralem Pjanic 5: Buon avvio, la luce si spegne dopo poco. Impreciso anche su calcio di punizione, pecca di personalità con tutto il peso della regia sulle spalle.

Juan Cuadrado 4,5: Perde praticamente ogni singolo pallone che gli viene affidato. Sbaglia ad inizio partita un gol da zero metri, nella seconda frazione lascia spazio a Douglas Costa. (dal 55′ Douglas Costa 6,5: Entra lui e cambia la partita, gli avversari non riescono a contenerlo.)

Paulo Dybala 7: Predica nel deserto.  Si guadagna due ottime punizioni, ne segna una e segna il rigore del momentaneo pareggio. Agrodolce la sua prima col numero 10 della Juventus.

Mario Mandzukic 5: Ancora fisicamente imballato, il croato prova a fare a sportellate ma non ha fortuna contro degli avversari in forma migliore. (dal 72′ Federico Bernardeschi 5,5: Ancora non inserito all’interno dei meccanismi della squadra, avrà tempo di rifarsi.)

Gonzalo Higuain 5: I compagni lo lasciano solo in avanti, lui fa fatica a smarcarsi. Come i compagni è ancora alla ricerca della miglior condizione.

LAZIO 7: Grande partita dei biancocelesti. Andare ai tempi supplementari sarebbe stato ingeneroso nei confronti della grande partita dei ragazzi di Inzaghi.

Thomas Strakosha 6,5: Grandissima parata in avvio su Cuadrado, non può niente sui due calci da fermo di Dybala.

Wallace 6,5: Grande potenza fisica, sempre attento in marcatura. Il centrale brasiliano della Lazio inizia bene la nuova stagione.

Stefan De Vrij 7: Troppo spesso è mancato nella scorsa stagione. Mette la museruola ad Higuain, preciso anche in fase di impostazione.

Stefan Radu 6,5: Esperienza e cattiveria al servizio della squadra. L’età non gli permette di giocare efficientemente da terzino, lui si ricicla alla grande da terzo di sinistra.

Dusan Basta 6: Buon apporto in fase di spinta, Mandzukic non lo impensierisce mai. (dal 74′ Adam Marusic 5,5: Ingenuo sul calcio di rigore procurato su Alex Sandro.)

Luis Alberto 6,5: Ottimo primo tempo, nella ripresa si inverte con Parolo e perde in efficacia. Buono anche nelle conclusioni da fuori area.

Lucas Leiva 6,5: Buona la prima in biancoceleste. Ordinato in impostazione, giusta la cattiveria in fase difensiva. (dall’80’ Alessandro Murgia 6,5: La Supercoppa porta il suo nome. Il giovane centrocampista della Lazio piazza la zampata che vale un trofeo nei minuti di recupero.)

Marco Parolo 6,5: Ottimo il cross per il raddoppio di Immobile, meglio da mezzala destra rispetto a quando gioca a sinistra.

Senad Lulic 7: Partita di grande sostanza, contiene bene la catena di destra e si fa vedere anche in fase offensiva. (dal 75′ Jordan Lukaku 6,5: Uccella De Sciglio nei minuti di recupero, la sua entrata risulta decisiva ai fini del risultato.)

Sergej Milinkovic-Savic 6,5: Primo tempo in cattedra sublimato da un colpo di tacco in mezzo a due uomini, cala nella ripresa.

Ciro Immobile 7,5: Gioca a tutto campo, mette in apprensione l’intera retroguardia bianconera. Si procura il rigore, lo esegue perfettamente e svetta su Benatia per il raddoppio. One man army.