SHARE
juventus
fonte foto: juventus twitter ufficiale

Barcellona, Olympiacos e Sporting Lisbona: queste le avversarie della Juventus nel girone di Champions League. Urna non troppo benevola per i bianconeri. I catalani, ovviamente, non hanno bisogno di alcuna presentazione particolare. Certo, la perdita di Neymar è destinata a pesare e non poco nell’economia del gioco blaugrana. Rispetto alla squadra superata lo scorso anno nei quarti di finale, è cambiato anche l’allenatore: via Luis Enrique ed ecco Ernesto Valverde. Tra i punti di forza degli spagnoli vi è, senza alcun dubbio, un sistema di gioco che, nonostante i cambi in panchina, è oramai un qualcosa di collaudato. E poi c’è Lionel Messi, fenomeno in grado di cambiare le partite in qualsiasi momento. La stagione però non è partita nel migliore dei modi. La sconfitta in Supercoppa con il Real Madrid ha portato i primi scricchioli in uno spogliatoio non così compatto e unito come una volta. L’arrivo del sostituto di Neymar basterà? Ai posteri l’ardua sentenza. La Juventus intanto si prepara a un altro scherzetto.

Oltre il Barcellona: le avversarie della Juventus

L’Olympiacos è arrivato ai gironi di Champions League, eliminando il Rijeka nei preliminari. I greci sono una squadra molto ostica. Il modulo preferito dal tecnico degli ellenici, il 45enne albanese Besnik Hasi, è il 4-2-3-1, per un approccio che non rinuncia mai a far male all’avversario. Si tratta di un club che fa del collettivo e della compattezza il principale pregio, senza dimenticare il grande calore del proprio pubblico. Nelle gare casalinghe infatti lo stadio Georgios Karaiskakis diventa una vera e propria bolgia. Insomma, la trasferta in Grecia non sarà sicuramente una passeggiata per la Juventus. I bianconeri lo sanno bene, avendo già perso contro l’Olympiacos nell’ottobre del 2o14. Autore del gol Kasami. Proprio lo svizzero ex Palermo e l’ex Cagliari e Verona Tachtsidis sembrano essere i due giocatori più conosciuti della rosa.

Lo Sporting Lisbona potrebbe essere la mina vagante del girone. I portoghesi hanno superato lo Steaua Bucarest nei preliminari. Una squadra di ottima qualità, ben allenata e disposta in campo da Jorge Jesus. In difesa spiccano l’esperienza e la personalità di Fabio Coentrao, 29enne ex Real Madrid, di Mathieu, ex Barcellona, e di Coates, uruguaiano con un trentina di presenze in Nazionale. Sembra essere la difesa quindi il reparto più completo. Ma occhio anche al centrocampo, con il mediano argentino scuola Boca Juniors Rodrigo Battaglia, l’ex Udinese Bruno Fernandes e l’ala Gelson Martins, già nel giro della Nazionale portoghese. In attacco una vecchia conoscenza della Serie A: Seydou Doumbia. Insomma, per la Juventus un avversario da non prendere assolutamente sotto gamba.

di Gianpiero Farina