martedì, Dicembre 7, 2021

Latest Posts

Karamoh, un vero mister X per l’attacco dell’Inter

Yann Karamoh è il sesto acquisto per l’Inter di Spalletti, sancendo, sentendo Sabatini, alla probabile chiusura del mercato neroazzurro 2017. Pagato sei milioni di euro, l’attaccante del Caen è un profilo interessante, sconosciuto ai più ma chi lo conosce sa le capacità del giocatore nato ad Abidjan nel 1998. Al suo primo campionato in Ligue One il centravanti ha giocato 35 partite siglando 5 gol e quattro assist, e la domanda ora è: perché Sabatini ha insistito così tanto su un giocatore dai tratti poco conosciuti?

Come gioca Karamoh?

Fisico possente ma una velocità che non lascia scampo agli avversari, nel sistema di gioco di Spalletti è una freccia può far comodo. Considerando che Candreva potrebbe soffrire abbastanza il sistema offensivo interista, Karamoh ha la possibilità di imporsi come esterno destro neroazzurro. Attualmente nell’Under 21 francese, la sua giocata preferita è arrivare sul fondo e tentare il dribbling o proporre un cross. L’intesa con Icardi si raffinerà nel corso della stagione ma affiancare un giocatore rapido, duttile e giovane può essere l’ideale per un predatore d’area come l’argentino. Partendo largo a destra – ma non disdegna anche la fascia opposta – ha una tecnica sopraffina e nonostante la velocità sono molti i dribbling e le giocate funamboliche. Destro naturale, ha un ampio margine di miglioramento visto che come molti giovani esterni si intestardisce nella giocata; anche lì il giocare in una squadra con molti giocatori d’esperienza e di affidabilità può aiutare. Sicuramente la mentalità di una squadra di provincia è differente dal turbolento ambiente della Pinetina e anche l’acume tattico di Spalletti può giovare al miglioramento sul campo di Karamoh. A diciannove anni l’ivoriano naturalizzato francese può essere una vera e propria mina vagante per le avversarie dell’Inter, anche se prima che si possa inserire da titolare nello scacchiere neroazzurro forse qualche giornata di panchina potrebbe essere utile. Difficilmente sarà impiegato come punta centrale, anche se nel Caen è stato schierato raramente come attaccante centrale.

Esperti del campionato francese accostano per caratteristiche tecniche Karamoh un po’ a Mbappe ma soprattutto a Ousmane Dembelè, fresco erede di Neymar al Barcellona. Ora per il giovane esterno è il momento di misurarsi un grande club, e soprattutto, sotto la guida di un allenatore che crede nei giovani e che sa come inserirli nel calcio che conta.

 

Latest Posts

Don't Miss