SHARE

Recentemente il bad boy del tennis italiano, Fabio Fognini, è stato multato per oltre 24.000 dollari e squalificato dal torneo di doppio dagli organizzatori dello US Open per le offese sessiste rivolte al giudice di sedia durante il match che lo ha visto perdente contro l’altro azzurro Stefano Travaglia. Il giocatore del Tottenham Dele Alli potrebbe avere in sorte lo stesso destino. Infatti, al 13′ della gara contro la Slovacchia, il numero 10 dei leoni inglesi sarebbe stato colto dalle telecamere della FIFA mentre rivolge il dito medio verso l’arbitro, colpevole di non avergli fischiato una punizione dopo un contrasto con l’ex difensore del Liverpool Martin Skrtel. In campo nessuno sembra essersi accorto del gesto e lo stesso ct inglese Gareth Southgate ammette di non aver visto il gestaccio, ma sostiene che Alli lo stesse mostrando al compagno di squadra Kyle Walker con cui stava discutendo in campo: “Loro due hanno uno strano modo di comunicare”. Dello stesso parere sembra essere il giovane attaccante inglese che tramite un tweet dal suo account ufficiale si difende affermando come il gesto fosse uno scherzo tra lui e il compagno di squadra.

Nonostante le scuse pubbliche se la FIFA non dovesse credere alla versione di Alli, il giocatore potrebbe rischiare una multa e una squalifica. Un po’ come successe a Lionel Messi a marzo quando durante il match contro il Cile aveva insultato un assistente dell’arbitro e aveva subito una multa di 10.000 franchi svizzere e quattro giornate di squalifica, poi ridotte a una per mancanza di prove. Insomma in vista dei match contro Slovenia e Lituania non sarebbe una buona notizia per Alli che però con Messi e Fognini almeno sarebbe in buona compagnia.