Pioli, alla ricerca del riscatto senza due pedine importanti

Pioli, alla ricerca del riscatto senza due pedine importanti

La Fiorentina e Stefano Pioli devono assolutamente riscattarsi dal pessimo inizio di campionato. Dopo due sconfitte consecutive i viola andranno al Bentegodi per sfidare il Verona a viso aperto, con la possibilità di poter conquistare i primi punti in questo torneo. Un’impresa di certo non facile per una squadra completamente rinnovata e, forse, ancora poco in fiducia rispetto a tempi passati. Una squadra che però dovrà prendere esempio dalla grinta e dalla chiarezza del suo allenatore per cercare la strada maestra.

Centrocampo decimato per Pioli, ma a Verona servono punti

Pioli ha subito modo di parlare della maggior parte dei giocatori che comporranno la formazione di domani: “Thereau sta bene, lo apprezzo come calciatore perché può giocare in diversi ruoli. Domani sicuramente sarà in campo per darci una mano. Benassi può giocare anche lui in ruoli diversi: abbiamo guardato molti filmati e lavorato bene, sarà molto utile”. Anche l’indicazione del modulo è chiarissima: “Giocheremo con 3 uomini dietro la punta domani. Tutti duttili, ma ovviamente servirà equilibrio per reggere questo tipo di gioco”. Due invece gli assenti certi della gara: “Eysseric e Saponara sicuramente sono indisponibili, mi auguro di poterli avere in squadra già dalla prossima settimana”.
A prescindere, Pioli sostiene di aver trovato un ambiente molto carico e unito verso gli stessi obiettivi: “Certo, non siamo ancora una squadra collaudata perché si è cambiato tanto, ma ho percepito vicinanza e sostegno dalla proprietà. Lavoriamo certamente per un progetto riguardante il medio-lungo periodo. L’identità c’è e i giocatori sono molto convinti, dobbiamo soltanto trovare maggiore precisione e più velocità”.