lunedì, Novembre 29, 2021

Latest Posts

Chelsea, il ritorno di Conte in Champions League

Sono passati quasi quattro anni dall’ultima volta che Antonio Conte ha sentito l’inno della Champions League seduto in panchina: era l’11 dicembre 2013 alla Telekom Arena di Istanbul nella partita che sancì l’esclusione della Juve dal suo cammino in Champions, relegandola all’Europa League. Domani King Antonio ritorna nel palcoscenico più prestigioso del calcio sfidando il Qarabag, formazione azera incredibilmente approdata alla fase a gironi della Champions League. Presentando la partita Conte ha ammesso: ” Per noi è una gara importante e non facile. Il Qarabag è all’esordio nella Champions League e queste situazioni creano grandi entusiasmi. Conosco diversi giocatori: affrontammo l’Azerbaigian nelle eliminatorie del campionato europeo. Abbiamo in calendario sette partite in ventuno giorni e il calcio inglese non ti permette mai di riposare, di abbassare la tensione. La Premier è durissima, poi c’è la Champions e la prossima settimana avremo la Coppa di Lega”. Insomma, la concentrazione e la massima considerazione dell’avversario non si smentiscono mai in Conte, da tre stagioni fuori dai tornei per club europei. L’umiltà e l’esperienza di chi ha fatto della cultura del lavoro una copertina importante:”Per me è molto importante avere una buona esperienza di Champions, conoscendola sia da calciatore, sia da allenatore. Dobbiamo essere realisti. Siamo all’inizio di una nuova epoca e bisogna procedere step by step per arrivare ai livelli di Real Madrid, Bayern Monaco e anche della Juventus. Dobbiamo ruotare qualche giocatore. La gara di riferimento non è quella di domenica prossima contro l’Arsenal, ma quella di sabato scorso contro il Leicester. E’ stata una sfida durissima”.

Latest Posts

Don't Miss