SHARE
Marco Asensio
Marco Asensio con la maglia del Real Madrid (Fonte:@marcoasensio10)

Si sa, a volte il calcio ci regala storie impensabili che lasciano i patiti di questo sport di stucco. L’ultima vicissitudine sorprendente legata al mondo del pallone riguarda l’ormai stella dei galacticos Marco Asensio. Il giocatore sarà il grande assente del primo match della formazione di Zidane in Champions League. Il motivo, o meglio la causa, è un brufolo infetto in seguito ad una rasatura.

Asensio e la Champions: ecco i motivi del ko

In seguito alla ceretta a cui vengono abitualmente sottoposti i giocatori, un pelo ha creato un fastidio particolare al ragazzo, creandogli impossibilità di correre senza sentire dolore. Una notizia clamorosa quella che riguarda lo spagnolo, ormai diventato una pedina fondamentale nella scacchiera di Zidane, tecnico che però possiede le giuste risorse per sopperire alla mancanza del talentino con il numero 20. I sostenitori del club campione d’Europa sono rimasti pietrificati dallo stupore, forse imbarazzati visto il futile motivo della decisione di Zizou. Invece è tutto vero: Asensio non giocherà il primo match e le parole del tecnico francese hanno avuto inoltre un peso sull’eco mediatico, servendo su un piatto d’argento una storia senza precedenti. Da protagonista dell’ultima finale vinta a Cardiff ad assente forse ingiustificato lo spagnolo dovrà accelerare i tempi verso il prossimo match della Liga che vedrà impegnati i blancos, per dimenticare questo triste accaduto e per riconquistare Zidane e i tifosi. La notizia fa ancora eco, tanto che viene definita dalla stampa come uno scherzo. Stasera comincia il cammino del Real in Champions, forse macchiato già in partenza da un episodio sconcertante.

di Giovanni Benvenuto